Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaEconomiaEdilizia › Immobili Olbia: ribassi del 4,7%. Corso Veneto il più richiesto
D.C. 13 gennaio 2015
Dall’Osservatorio Immobiliare Gruppo Tecnocasa emerge che ad Olbia nel 2014 è cresciuta l’offerta immobiliare, comportando un abbassamento dei prezzi ed un aumento degli acquisti della prima casa da parte dei giovani, specie nelle zone centrali
Immobili Olbia: ribassi del 4,7%
Corso Veneto il più richiesto


OLBIA - Nella prima parte del 2014 le quotazioni immobiliari di Olbia hanno registrato un ribasso del 4,7 percento. Ad evidenziarlo l’Osservatorio Immobiliare Gruppo Tecnocasa, giunto alla sua 44esima edizione, dal quale sostanzialmente si evince che l’offerta immobiliare è in aumento, così come gli acquisti di prima casa nelle zone centrali, specie da parte delle giovani coppie.

«La maggior parte delle transazioni – spiegano gli esperti - riguarda la prima casa, ma non mancano gli investitori che impiegano capitali di 60-70mila euro per acquistare piccoli tagli da mettere a reddito». Prediletti i trilocali al piano terra con giardino oppure posizionati all’ultimo piano per quanto riguarda le prime case, così come le abitazioni anni 20, 40 e 50 presenti nel centro storico della città. I prezzi di quest’ultime si aggirano intorno agli 800 euro al metro quadro, se da ristrutturare, e ai 12-14mila euro se in condizioni già abitabili, con una preferenza da parte dei richiedenti di corso Vittorio Veneto. Più difficile vendere invece nelle zone di Isticadeddu e Santa Mariedda, quelle cioè interessate dall’alluvione del 2013, ora soggette interamente a vincoli idrogeologici.

Al di là dal centro di Olbia, non male l’andamento del mercato in via Barcellona, una zona sviluppatasi negli anni 70, ma che presenta anche soluzioni più recenti. Qui una casa da ristrutturare costa 1000-1100 euro al metro quadro, mentre se è già ammodernata il prezzo sale a 1400-1500. In ripresa anche il mercato immobiliare nella parte nord e meridionale di Olbia, nella panoramica e tranquilla zona Sa Minda Noa e nel quartiere Olbia Mare, dove sono presenti abitazioni medio-piccole quotate a 2mila euro al metro quadro, seguite da ville signorili di grandi dimensioni e dove si registrano anche acquisti ad uso investimento.

Restando in periferia apprezzata è anche l’area del Nuovo Ospedale, in forte crescita, dove, oltre alla struttura ospedaliera, stanno sorgendo appartamenti e ristoranti. Qui le quotazioni del nuovo sono di 16-17mila euro al metro quadro, mentre le soluzioni in buono stato hanno prezzi medi di 12mila euro al mq. Ottimo riscontro infine pure per la zona di Bandinu (via Benevento, via Montecatini e via Imperia), dove i prezzi sono contenuti perché il parco immobiliare risale agli anni 80 e spesso necessita di lavori di ristrutturazione per una spesa media di 13-14mila euro al mq. Per quanto riguarda invece il mercato delle locazioni, il quadro risulta essere positivo grazie alle domande di tutti coloro che non riescono ad acquistare o che lavorano fuori sede, disposti a spendere mediamente 400 euro al mese per case vuote o arredate, prediligendo contratti a canone libero.

Nella foto: Olbia
Commenti
16:32 video
Questa mattina la consegna dei dieci alloggi Erp a Sa Segada, alla presenza del sindaco Mario Bruno, l´assessore ai Servizi Sociali, Marisa Castellini e un delegato dalla Regione
27/6/2016 video
Martedì mattina il sindaco con i responsabili di Area procederà alla consegna delle chiavi degli appartamenti agli assegnatari che potranno così prenderne ufficialmente possesso
© 2000-2016 Mediatica sas