Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaAmbienteAmbiente › Incontro a La Maddalena: «terra da risarcire»
D.C. 8 gennaio 2015
Il Comitato “Risarcire Maddalena” inaugura una battaglia contro la Protezione Civile, la Regione e il Comune al fine di rilanciare il turismo, riappropriarsi della sovranità perduta e risarcirla dall’inquinamento
Incontro a La Maddalena: «terra da risarcire»


MADDALENA – Valorizzare e rilanciare il turismo della Maddalena, sottrarla ad «un inquinamento dannoso» e «riappropriarsi di una sovranità perduta», sono gli obbiettivi della battaglia inaugurata dal comitato “Risarcire Maddalena” contro «i responsabili» del presunto tracollo, ovvero la Protezione Civile, la Regione e il Comune. Una battaglia già persa in parte secondo loro, a causa dei numerosi giovani che sono espatriati e delle attività fiorenti che si sono arrese per via della crisi economica e del «cinismo politico», ma non del tutto vana dal momento che ancora tanto si può fare attraverso la denuncia e le richieste di risarcimento.

Ed in particolar modo il Comitato chiede la bonifica delle aree inquinate, la riconversione, la valorizzazione e il rilancio dell’intera area G8, «trasformata in moderno polo nautico e cantieristico, riportando il bene nelle mani della cittadinanza, con il ritorno ad una gestione diretta da parte dell’amministrazione comunale maddalenina». «Per anni – ha dichiarato Enza Plotino, portavoce di “Risarcire Maddalena” - l’Arcipelago de La Maddalena, fiore all’occhiello e meta obbligata del turismo dell’intera Costa Smeralda, che di questo gioiello ha goduto indirettamente, ha solo potuto guardare, subire - con la pressione antropica e dei natanti che si determina nella stagione estiva - e beneficiare parzialmente dell’offerta turistica della Costa Smeralda».

Un meccanismo che il Comitato vuole fermare a tutti costi riprendendosi la sovranità perduta, agendo per esempio «sui prezzi proibitivi dei trasporti, che dissuadono qualsiasi buona intenzione a visitare l’Arcipelago e che mortificano i movimenti di turisti e pendolari». Tutti discorsi questi di cui il Comitato ridiscuterà il 10 gennaio alla Maddalena di fronte ai rappresentanti delle istituzioni regionali, provinciali e comunali
Commenti
18:38
Un incontro con la struttura per verificare con maggiore rigore il rispetto degli accordi contrattuali con Ambiente 2.0, la ditta che gestisce il servizio dei rifiuti in città. Il sindaco Sean Wheeler di concerto con l´assessore all´Ambiente Cristina Biancu, ha chiesto una maggiore attenzione sul tema dei rifiuti
21/8/2017
Un diportista francese è stato denunciato a piede libero dalla Guardia Costiera dopo aver gettato l’ancora nello specchio acqueo antistante la spiaggia di Cala Sant’Andrea
9:00
Ormai completamente fuori uso e con l’azienda produttrice non più presente sul mercato, il dirigente dell’ufficio tecnico Claudio Vinci ha proposto due soluzioni in risposta al quesito posto dal consigliere Davide Tellini
10:40
Supporto fondamentale quello prestato dalla Compagnia Barracelli Alghero nell´ultima settimana, in servizio in stretto rapporto con tutte le forze di Polizia del territorio. Sanzioni nella Pineta per parcheggi all´interno della fascia dunale, campeggi abusivi e gettito incontrollato di rifiuti
15:09
Cagliari e Sassari guidano la raccolta delle sorgenti luminose esauste in Sardegna. I dati del primo semestre della raccolta del Consorzio: nell´Isola si riciclano 12tonnellate di lampade fluorescenti, neon e led
13:27
Per quanto riguarda lo stoccaggio delle scorie nucleari, la situazione è analoga: i tecnici studiano il problema, indicano la modalità di stoccaggio, individuano i siti, calcolano i rischi, possono stabilire gli indennizzi. Il pubblico, non potendo valutare il rischio, ascolta la sua percezione. Ne ha però una valutazione distorta, umorale, di pancia, come si dice
© 2000-2017 Mediatica sas