Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaAmbienteAmbiente › Incontro a La Maddalena: «terra da risarcire»
D.C. 8 gennaio 2015
Il Comitato “Risarcire Maddalena” inaugura una battaglia contro la Protezione Civile, la Regione e il Comune al fine di rilanciare il turismo, riappropriarsi della sovranità perduta e risarcirla dall’inquinamento
Incontro a La Maddalena: «terra da risarcire»


MADDALENA – Valorizzare e rilanciare il turismo della Maddalena, sottrarla ad «un inquinamento dannoso» e «riappropriarsi di una sovranità perduta», sono gli obbiettivi della battaglia inaugurata dal comitato “Risarcire Maddalena” contro «i responsabili» del presunto tracollo, ovvero la Protezione Civile, la Regione e il Comune. Una battaglia già persa in parte secondo loro, a causa dei numerosi giovani che sono espatriati e delle attività fiorenti che si sono arrese per via della crisi economica e del «cinismo politico», ma non del tutto vana dal momento che ancora tanto si può fare attraverso la denuncia e le richieste di risarcimento.

Ed in particolar modo il Comitato chiede la bonifica delle aree inquinate, la riconversione, la valorizzazione e il rilancio dell’intera area G8, «trasformata in moderno polo nautico e cantieristico, riportando il bene nelle mani della cittadinanza, con il ritorno ad una gestione diretta da parte dell’amministrazione comunale maddalenina». «Per anni – ha dichiarato Enza Plotino, portavoce di “Risarcire Maddalena” - l’Arcipelago de La Maddalena, fiore all’occhiello e meta obbligata del turismo dell’intera Costa Smeralda, che di questo gioiello ha goduto indirettamente, ha solo potuto guardare, subire - con la pressione antropica e dei natanti che si determina nella stagione estiva - e beneficiare parzialmente dell’offerta turistica della Costa Smeralda».

Un meccanismo che il Comitato vuole fermare a tutti costi riprendendosi la sovranità perduta, agendo per esempio «sui prezzi proibitivi dei trasporti, che dissuadono qualsiasi buona intenzione a visitare l’Arcipelago e che mortificano i movimenti di turisti e pendolari». Tutti discorsi questi di cui il Comitato ridiscuterà il 10 gennaio alla Maddalena di fronte ai rappresentanti delle istituzioni regionali, provinciali e comunali
Commenti
17:10
Parteciperanno oltre 300 studenti che accompagneranno i visitatori in luoghi, mostre e manifestazioni che si svolgeranno sabato 25 e domenica 26 marzo
11:39
«Migliore qualità dei dati e riduzione dei tempi», auspica l´assessore regionale della Difesa dell´Ambiente Donatella Spano, al termine della sperimentazione, durata due anni, del Modulo osservatorio rifiuti urbani
7:01
L’Amministrazione regionale assicura un contributo forfetario annuo di 5mila euro per ciascuna Compagnia e di 300 euro per barracello, per le spese generali, l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni, l’equipaggiamento e le attrezzature
21/3/2017
Le segreterie territoriali Fp Cgil e Fit Cisl sospendono le due giornate di sciopero proclamate per i giorni venerdì 24 e sabato 25 marzo con riserva di eventuale successiva riattivazione della protesta. In seguito alla decisione delle organizzazioni sindacali nelle giornate di venerdì 24 e sabato 25 marzo sarà garantito il regolare svolgimento della raccolta
21/3/2017
Iniziative in programma da oggi a domenica. Sabato 25 pomeriggio interamente dedicato ai bambini con spettacoli, giochi e intrattenimento sul tema dell´acqua
21/3/2017
L’associazione culturale “Nuovi Orizzonti per Castelsardo" ha organizzato una conferenza sui villaggi abbandonati in Anglona, i casi di Castelsardo, Nulvi, Chiaramonti, Martis
20/3/2017
A lanciare l’affondo contro il primo cittadino di Sassari è Alessio Paganini, coordinatore sassarese di Italia Attiva Sardegna. L’oggetto del contendere è il Centro intermodale di via XXV aprile
20/3/2017
La conferenza di servizi ha approvato nei giorni scorsi l´analisi di rischio elaborate dopo i lavori di caratterizzazione conclusi a luglio. Ora la gara per l´assegnazione della progettazione delle bonifiche
20/3/2017
Dopo Wwf e Lipu, anche Gruppo d´Intevento Giuridico interviene sui lavori in corso nel promontorio algherese. L’associazione ecologista ha inoltrato una richiesta di informazioni ambientali anche alla Commissione Europea
© 2000-2017 Mediatica sas