Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaSaluteSanità › Tecleme commissario Asl Olbia. «Pronti a riforma Copernicana»
S.A. 7 gennaio 2015
Parola del commissario straordinario della Asl di Olbia, Paolo Tecleme, insediatosi nei giorni scorsi nel suo ufficio di via Bazzoni – Sircana a Olbia
Tecleme commissario Asl Olbia
«Pronti a riforma Copernicana»


OLBIA - «In ambito regionale ci troviamo dinanzi ad un momento di profondo cambiamento che ha portato al commissariamento delle Aziende Sanitarie. Il mandato principale dei Commissari è quello di attuare una riforma “Copernicana” della Sanità sarda, dobbiamo passare da una Sanità d’Attesa, dove era il cittadino a muoversi alla ricerca di servizi sanitari, ad una Sanità di Iniziativa, quindi Pro-attiva, con l’Azienda e gli specialisti che dovranno conoscere e intercettare i bisogni della popolazione, e individuare percorsi codificati di prevenzione, di cura e di riabilitazione». Parola del commissario straordinario della Asl di Olbia, Paolo Tecleme, insediatosi nei giorni scorsi nel suo ufficio di via Bazzoni – Sircana a Olbia.

Paolo Tecleme, medico Pediatra, dipendente dell’Azienda sanitaria Gallurese dal 1990, dal 2008 ricopre l’incarico di Direttore della struttura complessa Area programmazione, controllo e committenza della Asl di Olbia. Dal 20 dicembre 2014 è stato individuato dalla Giunta regionale e dall’Assessorato dell'Igiene e Sanità e dell'Assistenza Sociale quale Commissario straordinario della Asl 2 di Olbia.

«Il nostro mandato è quello di armonizzare i servizi in una visione di “unicum” regionale e territoriale, con forme ben precise di armonizzazione e integrazione dell’offerta sanitaria. In questa prospettiva la Gallura deve esser vista come un “insieme” di offerta di servizi sanitari, sia territoriali che ospedalieri, con tre nosocomi, e la presenza di un “privato accreditato”, il Mater Olbia, che, insieme, devono svolgere al meglio le funzioni assegnategli» spiega Tecleme, che in merito all’ex San Raffaele, precisa come: «Ci troviamo dinanzi ad una grande opportunità per tutto il territorio regionale, sia di tipo scientifico/sanitario, ma anche un’occasione di tipo cultura ed economica. È una partita che vede coinvolti diversi soggetti interlocutori, come Stato, Regione, Vaticano, e, ovviamente, le Aziende sanitarie e le Università, il cui compito sarà quello di trasformare questa presenza in vere opportunità per il cittadino in termini di risposta alla domanda di sanità», conclude.

Nella foto: Paolo Tecleme, neo commissario Asl di Olbia
Commenti
19:05
Nel primo pomeriggio è atterrato sullo scalo di Pisa da dove la paziente di 12 anni è stata trasferita con un´ambulanza nell´ospedale del Cuore Pasquinucci di Massa Carrara
15:08
Scoperto nuovo gene per sclerosi multipla e lupus eritematoso sistemico. Studio del Cnr e dell´Università di Sassari pubblicato su New England Journal of Medicine
13:26
Sabato 29 aprile in piazza Yenne a Cagliari, decima edizione della “Giornata di predizione dell’Alzheimer”. Esperti e medici di ANAP Confartigianato e Croce Rossa di Cagliari, per prevenire la patologia
26/4/2017
Nonostante le rassicurazioni di oltre un’anno fa, da parte della Giunta Pigliaru, inerenti la riqualificazione dell’ospedale civile di Alghero e il potenziamento delle attività in esso offerte, la condizione attuale del nosocomio cittadino non solo è migliorata ma ha subito un forte arresto che, nei fatti, ne ha causato un avvertibile peggioramento
12:27
L´iniziativa si svolge in concomitanza con gli eventi organizzati per il 100° giro ciclistico d´Italia che partirà dalla Riviera del corallo. Gli appuntamenti sono: Martedì, Mercoledì e Giovedì 2, 3 e 4
22:23
I corsi verranno erogati per gli OSA operanti nella ristorazione collettiva e pubblica, con una disponibilità fino a 25 posti. Verranno accettate le iscrizioni pervenute entro il 30 aprile
26/4/2017
L’ennesimo episodio di aggressione violenta ai danni di un gruppo di operatori del 118 si è consumato appena qualche giorno fa all’interno della comunità protetta “I Mandorli”, a Rizzeddu. La denuncia della segretaria territoriale dell’FSI-USAE
© 2000-2017 Mediatica sas