Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaEconomiaLavoro › «Per Meridiana chiediamo tavoli trattativa separati»
A.B. 3 dicembre 2014
Il comitato promotore I lavoratori silenziosi di Meridiana ha illustrato il proprio manifesto degli obiettivi che li spinge ad andare avanti
«Per Meridiana chiediamo tavoli trattativa separati»


OLBIA - «Mentre a Olbia si tiene l'ultima riunione, che chiude la procedura aziendale e in vista dell'incontro che azienda e sindacati avranno domani convocati dalla Regione Sardegna, riteniamo importante comunicare il manifesto degli obiettivi che muovono in nostri passi silenziosi». Inizia così l'intervento del comitato promotore “I lavoratori silenziosi di Meridiana”, che vuole «che Meridiana riprenda a crescere e riconquisti con forza il ruolo che ha avuto nel trasporto aereo europeo. Solo l'avversarsi di questa condizione potrà alimentare il lavoro delle altre aziende del Gruppo e l'indotto economico della Sardegna».

«Noi vogliamo dimostrare la nostra riconoscenza verso Meridiana – spiegano – per aver dati, per cinquanta anni, lavoro e serenità alle nostre famiglie, e verso il suo azionista per aver creduto nelle nostre possibilità e averci sempre sostenuto nel corso delle diverse crisi, dal settembre 2001 in poi, dimostrando di essere molto di più di un imprenditore. Noi vogliamo impegnarci, con i sacrifici necessari, a creare le condizioni affinchè il maggior numero di persone mantenga il lavoro e vogliamo che azienda, sindacati e governo di impegnino per garantire le massime tutele a salvaguardia di chi sarà messo in mobilità, fino all'arrivo di tempi migliori; per questo vorremmo che nella trattativa i tavoli fossero separati. Noi vogliamo che la Regione Sardegna comprenda che solo un vettore aereo con base in Sardegna può accompagnare lo sviluppo economico. Quest'isola produce a livello turistico solo per tre anni all'anno. C'è tanto da fare, recuperando la visione originaria dell'azionista».

I lavoratori silenziosi vogliono che la loro tenacia ed il loro impegno diventino garanti verso tutte le aziende che collaborano con Meridiana, per continuare a sostenerla con fiducia e tranquillità. «Noi vogliamo che tutti i sardi, la politica, le Istituzioni locali e regionali guardino alla nostra azienda con orgoglio e stima e che si affidino alla nostra esperienza, professionalità e competenza per connettere l'Isola al resto del mondo. Noi siamo i lavoratori di Meridiana – concludono – amiamo la nostra azienda e vogliamo lavorare con fermezza e orgoglio per la sua rinascita, per il bene delle nostre famiglie e nell'interesse delle regioni in cui opera».
Commenti
21/3/2017
Approvato le linee guida a cui dovrà adeguarsi Insar nella predisposizione del “Programma di accompagnamento all’esodo”. La dotazione finanziaria è di 6,7 milioni
21/3/2017
Obiettivi della giunta regionale: promuovere contratti stagionali più lunghi attraverso un sistema di contributi a disposizione delle imprese del settore che impiegheranno i propri dipendenti oltre il periodo canonico dei quattro mesi di alta stagione
9:26
Dagli operai la richiesta alla Regione di interloquire con la multinazionale Indorama proprietaria della fabbrica per il rilancio della produzione di Pet
20/3/2017
Il sindacato Uiltec-Uil replica alle rassicurazioni date nei giorni scorsi dalla società ceca Eph sulle modalità e i tempi da impiegare per la dismissione dei gruppi inattivi della centrale di Fiume Santo
© 2000-2017 Mediatica sas