Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaSaluteSanità › Vaccini anti-influenza a Olbia
S.A. 15 novembre 2014
I vaccini verranno somministrati gratuitamente ad alcune categorie più a rischio per le quali è fortemente raccomandato
Vaccini anti-influenza a Olbia


OLBIA - Prende il via la campagna di vaccinazione influenzale della Asl di Olbia che quest’anno verrà associata anche alla vaccinazione anti-pneumococcica. I vaccini verranno somministrati gratuitamente ad alcune categorie più a rischio per le quali è fortemente raccomandato.

«Un doppio vaccino, quindi, quello per l’influenza e per il pneumococco che si pone l’obiettivo di garantire la protezione dei soggetti maggiormente “suscettibili" appartenenti a particolari classi di rischio, andando così a proteggerli preventivamente, riducendo i costi sociali connessi all’influenza», spiega Maria Vittoria Marceddu, del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Asl di Olbia.

L’Asl 2, guidata dal direttore generale Giovanni Antonio Fadda, dal direttore amministrativo Gianfranco Casu e dal direttore sanitario Maria Serena Fenu, hanno siglato in questi giorni un accordo con i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di libera scelta che, attraverso la vaccinazione, punta a creare una protezione collettiva nella popolazione della Asl di Olbia con l’obiettivo di interrompere la catena di trasmissione dei virus influenzali, andando a salvaguardare i servizi essenziali rivolti alla collettività (si parla quindi degli addetti a pubblici servizi, personale di assistenza, i familiari e contatti stretti di soggetti ad alto rischio, personale sanitario di assistenza), ma anche una protezione individuale con l’obiettivo di ridurre la probabilità di contrarre la malattia nei soggetti sani.
Commenti
24/9/2016
Martedì mattina, la bambina, ricoverata all´ospedale Santissima Annunizata di Sassari, è stata trasportata a bordo di un Falcon 900 Easy, per poi essere trasferita all’ospedale Meyer di Firenze
24/9/2016
Con la nomina di Fulvio Moirano alla guida dell’Azienda per la tutela della salute si mette finalmente la parola fine sull’imbarazzante telenovela che ha accompagnato la fase preliminare all’accorpamento delle attuali Asl in un’unica azienda regionale. L’Ats, purtroppo, nasce zoppa per colpa dei partiti del Centrosinistra, che hanno man mano svuotato di contenuti l’idea di Asl unica regionale avanzata per la prima volta dai Riformatori. Con queste premesse, è lecito essere scettici sui risultati che la riforma sarà in grado di produrre
24/9/2016
«Da Zavattaro a Moirano, Pigliaru conferma scelta su manager non sardo», sottolinea il coordinatore regionale Ugo Cappellacci. «Nomina manager non fa chiarezza sul caos politico», rilancia il capogruppo forzista in Consiglio Regionale Pietro Pittalis
© 2000-2016 Mediatica sas