Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaCronacaArresti › Olbia: sequestrati 28kg di hashish di alta qualità Sei in manette
A.B. 1 novembre 2014
Tra i marocchini arrestati, anche l´uomo ritenuto il referente dello spaccio nell’Isola delle sostanze stupefacenti proveniente dall’Italia settentrionale. L’operazione è stata illustrata questa mattina dal dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza Fernando Spinnici
Olbia: sequestrati 28kg di hashish di alta qualità Sei in manette


OLBIA – Sei arresti e 28chilogrammi di hashish sequestrati. Stupefacenti di altissima qualità a quanto dichiarato dal dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Olbia Fernando Spinnici, che sabato mattina ha illustrato l’operazione portata a compimento dagli agenti di Via Copenhagen.

Un’operazione durata quasi un anno e studiata nei minimi particolari, con lunghi appostamenti, pedinamenti, intercettazioni ambientali e telefoniche, che ha portato al ritrovamento della sostanza stupefacente, conservata in due contenitori di plastica celate in un terreno nella zona dell’aeroporto “Costa Smeralda”. Sono scattate le manette per sei persone, tutti marocchini, tra le quali il 43enne marocchino Dahir El Arbi, ritenuto il referente dello spaccio nell’Isola delle sostanze stupefacenti proveniente dall’Italia settentrionale.

Per tutti, l’accusa e di detenzione e spaccio di stupefacenti. L’organizzazione era rinforzata da altre dodici persone (solo una di nazionalità italiana), tutte sotto indagine. Il valore dell’hashish sequestrato, una volta immesso sul mercato, avrebbe potuto portare a ricavi di circa 400mila euro. Nei prossimi giorni, non sono esclusi ulteriori sviluppi.
Commenti
26/5/2016
All´alba di oggi, gli agenti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno eseguito l´ordinanza emessa dal gip di Tempio Pausania. I cinque sono ora gli arresti domiciliar
25/5/2016
Svolta nelle indagini. Il movente che avrebbe spinto un 18enne di Nule ad uccidere il 19enne studente, sarebbe da ricercare in una precedente offesa
25/5/2016
Gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito un´ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sassari per violenza sessuale aggravata
© 2000-2016 Mediatica sas