Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaPoliticaDisservizi › Alluvioni: Uras chiede investimenti concreti
A.B. 23 ottobre 2014
«I disastri sono tragedie annunciate», ha dichiarato il senatore del Sel, che ha aggiunto: «polemiche e mozioni servono davvero a poco se non si fanno investimenti pubblici per intervenire sul dissesto idrogeologico e per fare ricerca e innovazione»
Alluvioni: Uras chiede investimenti concreti


OLBIA - «Abbiamo appena approvato una mozione unitaria sul tema del dissesto idrogeologico, ma in tutto il Paese gli interventi di messa in sicurezza del territorio sono bloccati. Di fronte a questo, i continui disastri causati da eventi calamitosi non sono altro che tragedie annunciate. Olbia, Genova, Parma, Catania, non c'è area d'Italia che si salvi».

Queste le prime dichiarazioni del senatore di Sel Luciano Uras. Il politico sardo ha aggiunto: «A questo punto, polemiche e mozioni servono davvero a poco, se non si fanno investimenti pubblici per intervenire sul dissesto idrogeologico e per fare ricerca e innovazione».

«Servono misure di risanamento ambientale, un piano pluriennale per la difesa del suolo, così come indicato nella mozione di Sel, per risolvere le criticità strutturali del territorio. Se non interveniamo subito (e in modo concreto) continueremo a registrare situazioni drammatiche. Per questo - ha concluso Uras - sia sui fondi strutturali che sulle dotazioni del fondo coesione e sviluppo, deve essere il Governo a fare una proposta di piano pluriennale di difesa e manutenzione del territorio che, nell'arco dei prossimi cinque anni, disponga un investimento pubblico di almeno 10miliardi».

Nella foto: il senatore di Sel Luciano Uras
Commenti
22/8/2016
Stando a quanto spiegato dagli uffici del gestore idrico, il “fuori norma” è causato dallo scarso ricircolo in un tratto terminale di rete
22/8/2016
«Situazione intollerabile, intervenga immediatamente», intima il sindaco di Alghero Mario Bruno ad Abbanoa. Il divieto precauzionale riguarda l’utilizzo dell’acqua della rete, che non può essere bevuta, né utilizzata per la preparazione degli alimenti, mentre può essere utilizzata per il lavaggio della frutta e verdura e per gli usi igienici personali
22/8/2016
Dal Lido alla Mercede, le lamentele sui contenitori maleodoranti non si placano. E nemmeno la puzza nauseabonda, che non risparmia neppure il centro storico. Le operazioni di pulizia sono già iniziate ma serve un´azione incisiva e rapida
© 2000-2016 Mediatica sas