Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaSportVela › Centro Velico Caprera festeggia nel Mar Baltico
S.A. 22 ottobre 2014
E´ arrivato secondo su nove equipaggi nella European Sailing Academies Cup. La scuola italiana era rappresentata dagli istruttori Anna Ferrari, Andrea Cavaglieri,
Centro Velico Caprera festeggia nel Mar Baltico


OLBIA - A fine settembre, nello scenario nordico del Mar Baltico, si è svolta la prestigiosa regata fra le scuole di vela europee, la European Sailing Academies Cup. Arrivata alla sua quarta edizione, e organizzata dalla scuola tedesca DHH Hanseatische Yachtschule nel Fiordo di Flensburg, al confine con la Danimarca, la regata ha l’obiettivo di creare un confronto, agonistico ma anche tecnico e didattico, fra le più importanti scuole di vela europee, per un proficuo scambio di esperienze e competenze.

Ogni paese può essere rappresentato da una sola scuola e la partecipazione avviene su invito del circolo organizzatore: dal 2011, quando si è svolta la prima edizione della regata, per l’Italia è sempre stato invitato il Centro Velico Caprera. L’ESA Cup si svolge su due giornate con diverse regate quotidiane, in condizioni meteorologi- che decisamente impegnative – quest’anno il vento è stato quasi sempre sopra i 20 nodi, spesso oltre i 30, con l’immancabile contorno di freddo, pioggia e nebbia – sui J/80, piccoli cabinati molto tecnici e sportivi. Quindi l’impegno per gli equipaggi è stato particolarmente intenso, anche per chi è abituato a navigare nei mari del nord, ma in particolare per chi viene dal Mediterraneo. Alla luce di tutto questo, il risultato del Centro Velico Caprera, arrivato secondo su nove equipaggi, è ancora più significativo.

La scuola italiana era rappresentata dagli istruttori Anna Ferrari, Andrea Cavaglieri, Emanuele Cervio e Stefano Zoli, sostenuti dal segretario generale che sulla barca appoggio, nonostante il ruolo istituzionale, tratteneva a stento il proprio entusiasmo. La piazza d’onore conquistata dal Centro Velico Caprera, dietro alla Norvegia arrivata prima, ha un peso ancora maggiore considerando che l’equipaggio italiano era l’unico a non provenire da un paese che si affaccia anche sull’Atlantico, ed era l’unico ad avere una ragazza al timone. Le due giornate si sono concluse con una grande festa in tradizionale stile tedesco, con canti, balli sui tavoli, enormi portate di stinco di maiale e, naturalmente, birra a fiumi!
Commenti
2/12/2016
Gaetano Mura, a bordo di Italia, con il vento forte arriva il record di percorrenza in 24ore: 255miglia ad oltre 10nodi di media. Nelle prossime ore, una breve tregua meteo sarà seguita da una nuova ed energica depressione in arrivo da ovest
© 2000-2016 Mediatica sas