Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaPoliticaSanità › Ex San Raffaele rischio incompiuta. Ipotesi alternative a Olbia
S.A. 14 ottobre 2014
Questa mattina, il sindaco di Olbia ha parlato con il direttore generale dell’Asl olbiese Giovanni Antonio Fadda, il responsabile della Qatar Foundation Endowment Lucio Rispo ed il rappresentante dell’Ospedale Bambin Gesù Maria Osti
Ex San Raffaele rischio incompiuta
Ipotesi alternative a Olbia


OLBIA – Ancora incertezze sull'area nella quale dovrà essere realizzato il nuovo ospedale di Olbia e la stessa struttura dell'ex San Raffaele potrebbe restare un'incompiuta alle porte della città ma una soluzione alternativa potrebbe essere l'aternativa.

La Qatar Foundation Endowment si è data tempi stretti - si parla di fine ottobre - per scegliere l'area dove realizzare il nuovo ospedale gallurese in collaborazione con il Bambin Gesù ma i tempi della procedura per la cessione dello stabile tra commissari e banche potrebbero non essere così celeri. Non solo: il prezzo d'acquisto indicato finora e i diversi problemi, accertati anche di recente in alcuni sopralluoghi, sul rifacimento dell'interno rispetto ai nuovi standard di sicurezza fanno pensare ad una decisione che è ormai nell'aria.

La questione è emersa nell'incontro di lunedì tra il sindaco di Olbia Gianni Giovannelli, il direttore generale della Asl di Olbia Giovanni Antonio Fadda, il responsabile della “Qatar Foundation Endowment” Lucio Rispo ed il rappresentante dell’Ospedale Bambin Gesù Maria Osti. A margine del confronto il primo cittadino Giovannelli ha rappresentato alla Qatar Foundation Endowment la disponibilità ricevuta da diversi soggetti che si sono dichiarati pronti a mettere a disposizione le aree necessarie alla realizzazione di un nuovo complesso ospedaliero nel caso in cui non fosse più percorribile l’utilizzo dell’Ospedale ex San Raffaele.
Commenti
24/9/2016
Martedì mattina, la bambina, ricoverata all´ospedale Santissima Annunizata di Sassari, è stata trasportata a bordo di un Falcon 900 Easy, per poi essere trasferita all’ospedale Meyer di Firenze
24/9/2016
Con la nomina di Fulvio Moirano alla guida dell’Azienda per la tutela della salute si mette finalmente la parola fine sull’imbarazzante telenovela che ha accompagnato la fase preliminare all’accorpamento delle attuali Asl in un’unica azienda regionale. L’Ats, purtroppo, nasce zoppa per colpa dei partiti del Centrosinistra, che hanno man mano svuotato di contenuti l’idea di Asl unica regionale avanzata per la prima volta dai Riformatori. Con queste premesse, è lecito essere scettici sui risultati che la riforma sarà in grado di produrre
24/9/2016
«Da Zavattaro a Moirano, Pigliaru conferma scelta su manager non sardo», sottolinea il coordinatore regionale Ugo Cappellacci. «Nomina manager non fa chiarezza sul caos politico», rilancia il capogruppo forzista in Consiglio Regionale Pietro Pittalis
© 2000-2016 Mediatica sas