Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaCronacaArresti › Bruciava 400 kg di rame nel campo rom: arrestata 30enne
S.A. 8 ottobre 2014
Le segnalazioni su frequenti incendi nel campo rom di Poltu Quadu durano da giorni. In un controllo notturno dei carabinieri è stata sorpresa una donna
Bruciava 400 kg di rame nel campo rom: arrestata 30enne


OLBIA - Nei giorni scorsi sono giunte ai carabinieri della Stazione di Olbia Poltu Quadu numerose segnalazioni da parte di cittadini su incendi scoppiati nelle vicinanze del campo nomadi in località Colcò, che hanno sprigionato del fumo tossico ed acre tale da rendere l’aria irrespirabile nei quartieri adiacenti. Per questo i militari hanno predisposto uno specifico servizio di osservazione e controllo notturno.

Così è stata sorpresa la notte scorsa una 30enne di nazionalità bosniaca ma residente ad Olbia, che stava dando fuoco a circa 400 Kg di rame in una zona adiacente al campo. La donna è stata arrestata.

L'accusa è di combustione illecita di rifiuti speciali. Per lei l'Autorità Giudiziaria di Tempio Pausania ha disposto i domiciliari.
Commenti
13:13
Oggi, una cittadina polacca, già nota alle Forze dell´ordine, è stata arrestata dai Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto territoriale di Olbia, perché responsabile di furto aggravato
21/3/2017
Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite in provincia di Cagliari, Oristano e Roma. Numerose le perquisizioni. Impegnati oltre 150 carabinieri in tutta l´isola
21/3/2017
Le persone raggiunte dai provvedimenti cautelari sono un trentenne della provincia di Sassari, con precedenti per reati analoghi, e la sua compagna. Filmati mentre commettevano il furto ai danni di un tabacchi di Sassari
20/3/2017
Nella notte tra domenica e lunedì, gli agenti della Sezione Volanti di Sassari hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale un 43enne straniero già noto alle Forze dell´ordine per reati contro la persona
© 2000-2017 Mediatica sas