Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaSpettacoloDanza › Ritorna la danza a San Pantaleo
S.A. 23 agosto 2014
A venticinque anni dall´incendio di Milmegghiu, San Pantaleo ricorda le sue vittime con laboratori, incontri, un concerto e lo spettacolo di danza Memento "Luoghi e Desideri"
Ritorna la danza a San Pantaleo


SAN PANTALEO - In occasione del 25esimo anniversario del tragico incendio di Milmegghiu che il 28 agosto del 1989 provocò tredici morti, il Comune di Olbia, unitamente all'Associazione Culturale Due- Zero San Pantaleo, ai volontari della Protezione Civile San Pantaleo e alla direttrice artistica Jessica Gandini, presentano l'evento "San Pantaleo Danza la Memoria". Il 29 agosto alle ore 21.30, nella cornice suggestiva della piazza della chiesa di San Pantaleo, il giovane coreografo Matteo Bittante, residente in DanceHaus, punto di riferimento internazionale per la danza contemporanea fondata da Susanna Beltrami, metterà in scena uno spettacolo pensato per l'occasione. Nell'evento esclusivo sono racchiusi i momenti più suggestivi delle sue creazioni, con i " Quattro elementi", Acqua Terra Fuoco e Aria, che diventano una fonte d'ispirazione per la serata. Ospite d'eccezione la già prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano, Gilda Gelati; accanto a lei Matteo Bittante e i solisti della Compagnia Susanna Beltrami, Fabrizio Calanna, Alice Carrino, Cristina Cucco e Lara Viscuso. Gli interventi musicali saranno curati da Alessandro Lupo Pasini.

Anche quest’anno, nell’incantevole scenario di San Pantaleo, ritorna l’appuntamento con la danza. E se gli anni scorsi la memoria dell’incendio che, il 28 agosto del 1989 provocò a Milmegghiu tredici vittime, era affidata ad un’unica serata, da quest’anno in occasione dei venticinque anni dal tragico evento, saranno molteplici le giornate dedicate al ricordo. L’edizione 2014 di “San Pantaleo Danza la Memoria” sarà innovativa e particolarmente sentita: il festival sarà ricco di attività che faranno da strumento di integrazione tra commemorazione, cultura, educazione, formazione, innovazione e promozione del patrimonio ambientale, storico e sociale. Un appuntamento internazionale sia culturale che turistico, curato nei minimi dettagli dalla direttrice artistica Jessica Gandini che ha tessuto le fila dell'evento, puntando alla sensibilizzazione delle nuove generazioni. Il festival "San Pantaleo Danza la Memoria 2014" vuole essere un seme, da tutti nutrito e raccolto che, se tutelato e coltivato nel tempo, germoglierà negli anni a venire. Da lunedì 25 e fino a domenica 31 agosto, bookshop, attività di prevenzione e sensibilizzazione incendi, mostre fotografiche e laboratori per i più piccoli, faranno da cornice alle due giornate clou: il 28 agosto, accanto alle cerimonie commemorative, a partire dalle ore 21.30, musicisti di estrazione jazz e classica come i Cordas et Cannas, Open Quartet, Gavino Murgia, il Coro Lorenzo Perosi e Terre di nessuno, si esibiranno sul palco di San Pantaleo gratuitamente, come omaggio alle vittime del fuoco, nel Concerto "Note per Milmegghiu".

Tutta l’attenzione sarà poi concentrata la sera successiva, venerdì 29 agosto, sullo spettacolo di danza contemporanea “Memento. Luoghi e Desideri” della DanceHausCompany/ContART. Dalle ore 21.30 nella piazza della chiesa di San Pantaleo, andranno in scena sulle coreografie di Matteo Bittante, la prima ballerina della Scala di Milano, Gilda Gelati con Fabrizio Calanna, Alice Carrino, Cristian Cucco, Lara Viscuso, che danzeranno sulle note di Alessandro Lupo Pasini. La creazione di tutto il progetto è stata affidata alla direttrice artistica Jessica Gandini che nel 1990, all’età di 16 anni, sul palcoscenico di San Pantaleo ha visto con i suoi occhi “la Danza”, rara occasione di spettacolo allora come oggi. Giovane olbiese formatasi a Milano, con esperienza nazionale ed internazionale, Gandini ha deciso di ricongiungersi alla sua terra per non dimenticare quanto accaduto venticinque anni fa a Milmegghiu.
Un’importante novità di questa edizione 2014 sarà la “residenza artistica”, a cura del coreografo Matteo Bittante, con ospite d’eccezione, l’etoile Gilda Gelati, quattro componenti della Compagnia Susanna Beltrami con sede in DanceHaus a Milano centro formativo di riferimento internazionale per la danza contemporanea fondato da Susanna Beltrami e il pianista di fama internazionale Alessandro Lupo Pasini. Un luogo di ricerca, incontro, lavoro e scambio che offrirà l’opportunità di vivere a tempo pieno e in prima persone il processo creativo, formativo e di produzione di uno spettacolo.

La “residenza artistica” è resa possibile grazie agli spazi messi a disposizione da Officina Creativa a Olbia, unico contenitore “talent garden” sul nostro territorio, capace di ospitare una compagnia di artisti professionisti che conta al suo interno, una sala prova, aule didattiche, teatro e un caffè letterario. Nella giornata di mercoledì 27 agosto, alle ore 19.30, presso l’Officina Creativa di via Estonia 14 a Olbia sarà possibile prendere parte alla Prova Aperta al pubblico, durante la quale i danzatori della Compagnia di Susanna Beltrami e il coreografo Matteo Bittante mostreranno il dietro le quinte del loro affascinante lavoro. Nella giornata di sabato 30 agosto, alle ore 21.30 nella piazza della chiesa di San Pantaleo verrà proiettato "Civilino e l'incendio" e i Documentari storici.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas