Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaCronacaCronaca › Lavanderia truffa Comune: Denunciati
A.B. 12 febbraio 2014
Denuncia in stato di libertà del titolare e di due commesse in concorso tra loro in servizio in una lavanderia, per falso e tentata truffa ai danni dell’Amministrazione comunale di Olbia
Lavanderia truffa Comune: Denunciati


OLBIA – Da un normale controllo del traffico automobilistico effettuato lo scorso gennaio, la Polizia Stradale di Olbia era venuta in possesso di una ricevuta di una lavanderia che, su mandato del Comune gallurese, lavava gratuitamente la biancheria delle persone vittime dell’alluvione. Nel documento, risultava che un tappeto (del peso reale di circa 10chilogrammi) era stato registrato con un peso di ben 100chilogrammi.

Gli agenti, insospettiti dall’evidente differenza, avviavano un’attività di indagine e, dopo una serie di accertamenti espletati anche da personale della squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione di Sassari, appurava una serie di irregolarità. In particolare, acquisita una copia del contratto stipulato e firmato dai gestori di otto lavanderie con il Comune di Olbia, per il lavaggio dei capi di abbigliamento alluvionati, a spese dell’Amministrazione comunale, risultava che sette lavanderie
Fornivano un servizio “a numero di capi”, mentre, l’esercizio indagato, forniva il servizio in cambio di una corresponsione di due euro al chilogrammo.

Dalla lettura di tutte le fatture, (circa cinquecento) si scoprivano evidenti pesi abnormi fatturati. Gli agenti della Stradale hanno visionato, fotografato e pesato le biancherie in oggetto. Tutte le persone sentite riferivano che il peso della merce era stato artatamente aumentato almeno del 70percento rispetto al reale, facendo emergere in maniera inconfutabile il tentativo di truffa messo in atto dal titolare della lavanderia. Ad esempio, per le esigenze domestiche per una famiglia era stato fatturato un peso di 30quintali di biancheria, mentre il peso reale era di un solo quintale; oppure, per una scuola per l’infanzia, mentre il documento di trasporto riporta in 3900chilogrammi il peso della biancheria lavata, in realtà il peso non superava i 500chili.

All’inizio di febbraio, l’esito di tutta l’attività è stata riferita all’Autorità Giudiziaria di Tempio Pausania con un dettagliato rapportato informativo, che vede denunciate in stato di libertà il titolare e due commesse dell’esercizio. Così, è stato stroncata il tentativo di truffa messo in atto dal titolare della lavanderia che, dalla visione delle fatture, fino ad ora avrebbe causato un ingiusto profitto ed un contestuale danno alla collettività quantificabile in circa 130mila euro.
Commenti
24/4/2015
Il negozio in via dell´Acquedotto è gestito da cittadini pakistani. Uno di loro farebbe parte della cellula terroristica sarda
23/4/2015
Martedì notte, i militari della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale hanno denunciato in stato di libertà un 22enne locale per guida in stato di ebbrezza alcoolica, rifiuto di sottoporsi al controllo etilometrico e guida senza patente, perché mai conseguita. Deferimento in stato di libertà per un 57enne di Siniscola per porto di armi e guida in stato di ebbrezza alcoolica con rifiuto di sottoporsi al controllo etilometrico
11:33
Nei guai un algherese di 39 anni in trasferta a Olbia. Provvidenziale l´intervento dei Carabinieri in Viale Aldo Moro
24/4/2015
Nella serata di oggi, i militari sono dovuti intervenire nel quartiere de La Pietraia per interrompere una lite tra un uomo ed una donna, che dalle parole erano passati presto alle mani
23/4/2015
Nella nottata di lunedì, durante un servizio per la prevenzione dei reati in genere e contro la prostituzione in strada, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Olbia hanno denunciato un uomo in stato di libertà
23/4/2015
I Carabinieri hanno sequestrato due cartucce detenute illegalmente, 8grammi di marijuana e hashish, 0,65grammi di hashish, un bilancino elettronico e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente
23/4/2015
Nei giorni scorsi le pattuglie della Polizia municipale di Li Punti hanno fermato un autocarro che trasportava rifiuti ferrosi. Conducente e titolare della ditta dovranno pagare 3100 euro di sanzione amministrativa per violazione delle norme del codice dell´Ambiente.
24/4/2015
n questo momento, non facciamoci sopraffare dal timore e dal sospetto verso i migranti. Teniamo sempre a mente che si tratta di pochi casi isolati e che la stragrande maggioranza delle comunità straniere di fede islamica presenti in Sardegna sono inserite positivamente nelle nostre città e nei piccoli centri
23/4/2015
«Una mozione per rendere la Sardegna capofila per la cannabis a fini cosiddetti ludici? Se questo è il modello della sinistra per l’isola, è evidente che ci troviamo sempre di più davanti ad una maggioranza stupefacente». Così Ugo Cappellacci, consigliere di Forza Italia
23/4/2015
L´ex presidente dovrà pagare un´ammenda di 800mila euro. In primo grado, la multa era inferiore
© 2000-2015 Mediatica sas