Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaCronacaCronaca › Lavanderia truffa Comune: Denunciati
A.B. 12 febbraio 2014
Denuncia in stato di libertà del titolare e di due commesse in concorso tra loro in servizio in una lavanderia, per falso e tentata truffa ai danni dell’Amministrazione comunale di Olbia
Lavanderia truffa Comune: Denunciati


OLBIA – Da un normale controllo del traffico automobilistico effettuato lo scorso gennaio, la Polizia Stradale di Olbia era venuta in possesso di una ricevuta di una lavanderia che, su mandato del Comune gallurese, lavava gratuitamente la biancheria delle persone vittime dell’alluvione. Nel documento, risultava che un tappeto (del peso reale di circa 10chilogrammi) era stato registrato con un peso di ben 100chilogrammi.

Gli agenti, insospettiti dall’evidente differenza, avviavano un’attività di indagine e, dopo una serie di accertamenti espletati anche da personale della squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione di Sassari, appurava una serie di irregolarità. In particolare, acquisita una copia del contratto stipulato e firmato dai gestori di otto lavanderie con il Comune di Olbia, per il lavaggio dei capi di abbigliamento alluvionati, a spese dell’Amministrazione comunale, risultava che sette lavanderie
Fornivano un servizio “a numero di capi”, mentre, l’esercizio indagato, forniva il servizio in cambio di una corresponsione di due euro al chilogrammo.

Dalla lettura di tutte le fatture, (circa cinquecento) si scoprivano evidenti pesi abnormi fatturati. Gli agenti della Stradale hanno visionato, fotografato e pesato le biancherie in oggetto. Tutte le persone sentite riferivano che il peso della merce era stato artatamente aumentato almeno del 70percento rispetto al reale, facendo emergere in maniera inconfutabile il tentativo di truffa messo in atto dal titolare della lavanderia. Ad esempio, per le esigenze domestiche per una famiglia era stato fatturato un peso di 30quintali di biancheria, mentre il peso reale era di un solo quintale; oppure, per una scuola per l’infanzia, mentre il documento di trasporto riporta in 3900chilogrammi il peso della biancheria lavata, in realtà il peso non superava i 500chili.

All’inizio di febbraio, l’esito di tutta l’attività è stata riferita all’Autorità Giudiziaria di Tempio Pausania con un dettagliato rapportato informativo, che vede denunciate in stato di libertà il titolare e due commesse dell’esercizio. Così, è stato stroncata il tentativo di truffa messo in atto dal titolare della lavanderia che, dalla visione delle fatture, fino ad ora avrebbe causato un ingiusto profitto ed un contestuale danno alla collettività quantificabile in circa 130mila euro.
Commenti
9:11
Nelle ultime settimane, la locale Questura ha effettuato diverse attività di controllo in circoli privati e bar del capoluogo
21:00
Alberto Pinna e Paolo Enrico Pinna, arrestati due giorni fa, hanno preferito non rispondere alle domande dei gip. L´avvocato del 21enne ozierese, arrestato due giorni fa assieme a Paolo Enrico Pinna, ha annunciato il ricorso al Tribunale del Riesame
20:49
Circa 600 migranti soccorsi in mare al largo della Libia arriveranno a Porto Torres domenica mattina
26/5/2016
Gli uomini della Dia di Genova e della Guardia di Finanza di La Spezia hanno perquisito una villa intestata ad un 58enne impresario, originario di Pomigiano d´Arco, ma residente a Sarzana
19:16
Gli agenti di Polizia hanno identificato e denunciato un 31enne della Guinea, presunto scafista dell´imbarcazione a bordo della quale i 387 extracomunitari sono partiti dalle coste della Libia
16:02
La decisione è stata presa oggi dal Tribunale del Riesame. Annullato il sequestro preventivo effettuato due settimane fa per presunti abusi edilizi
15:46
Ugo Pinna si è sentito male prima di immergersi nelle acque di Portixeddu ed è stato trovato privo di vista sugli scogli
26/5/2016
Il grosso pesce, pescato in acque spagnole, era stato venduto in un ristorante del centro gallurese. Sanzione da 16mila euro per i venditori, mentre il tonno verrà donato ad una mensa per poveri
27/5/2016
Stando ad una prima ricostruzione, la simulazione della rapina ad un benzinaio sarebbe stata architettata per recuperare i soldi utili per coprire alcuni debiti
25/5/2016
L´incidente si è registrato nella serata di oggi in Via Buonarotti, nel popoloso quartiere di Monte Rosello. Lo scoppio ha provocato una pioggia di calcinacci. Un 50enne è stato accompagnato all´ospedale civile
26/5/2016
La macabra scoperta è stata fatta oggi dai Vigili del Fuoco, intervenuti in seguito alla segnalazione di una perdita d´acqua in un´abitazione di San Gavino Monreale
26/5/2016
Il 57enne Giovanni Biccai era al volante della sua autovettura quando si è schiantato contro il muretto del passaggio a livello della ferrovia. Ancora non ricostruita la dinamica del fatto
26/5/2016
Ignoti, hanno sfondato la saracinesca di un tabacchino di Quartucciu ma, disturbati, sono dovuti scappare a mani vuote. Episodio simile in un bar di Maracalagonis. Indagini affidate ai Carabinieri
26/5/2016
Attorno alle ore 3, ignoti hanno sparato una fucilata contro la porta del circolo privato Malibu, in Via Rinascita. Nessun ferito tra i gestori ed i clienti presenti in quel momento
© 2000-2016 Mediatica sas