Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroPoliticaElezioniPressing di Zedda, Bruno ringrazia. «A disposizione per Alghero»
A.S. 11 gennaio 2019
«Vorrei concludere il mandato da Sindaco nella mia città di Alghero, quindi non sarò candidato alle regionali di febbraio. C’è la parte più importante, quella di prospettiva, che vorrei portare a compimento». Così il sindaco di Alghero sceglie il futuro della città alle lusinghe cagliaritane
Pressing di Zedda, Bruno ringrazia
«A disposizione per Alghero»


ALGHERO - Il pressing di Massimo Zedda per assoldare nella squadra per la nuova Regione anche il primo cittadino di Alghero si ferma con lo sguardo sul porto commerciale di Cagliari. Dalla finestra del suo ufficio su via Roma, il candidato alla presidenza dei Progressisti di Sardegna anche qualche giorno fa aveva provato ancora una volta a tentare Mario Bruno affinché rompesse la riserva e si candidasse nella lista del presidente. Giusto qualche giorno d'attesa e certamente molte considerazioni, poi la decisione e i ringraziamenti.

«Vorrei concludere il mandato da Sindaco nella mia città di Alghero, quindi non sarò candidato alle regionali di febbraio. Vorrei concluderlo perché c’è la parte più importante, quella di prospettiva, che vorrei portare a compimento». «Dico grazie a Massimo Zedda, al quale continuerò a stare a fianco in tutti i modi possibili, ai tantissimi amici che da ogni parte della nostra Isola, semplici cittadini e personalità, mi hanno chiesto un impegno diretto in Regione. Ci sarà, ma da Sindaco della mia Città».

Mario Bruno cita il piano urbanistico comunale (curato da Zoagli e Peghin e completato ora dai progetti guida che daranno un’anima allo sviluppo, a firma Joan Busquets) quello dei litorali, il piano urbano del traffico e il piano della bonifica, quello del porto. E poi, le opere da completare (la piscina coperta, per esempio, la rete del gas), quelle pronte da avviare (circonvallazione già accantierata, mercati, nuova scuola con auditorium musicale, asilo nido, ponte di Fertilia, riqualificazione municipio, sagrato di Sant’Agostino, ex cotonificio, rotonda del Caragol, il parco alla Pivarada). Poi c’è la quattro corsie ancora da conquistare, la pulizia della città da completare e la differenziata da portare oltre il 70% (e manca poco).

Mario Bruno pronto per il bis a Porta Terra. «E poiché forse un mandato non basta per completare tutto il lavoro - sottolinea - se i miei concittadini me lo chiederanno, se servirà farlo, metterò a disposizione la mia persona per un’altra consiliatura ad Alghero». Mario Bruno ammette di aver riflettuto, «perché forse anche fuori da Alghero il consenso è cresciuto e avere un ruolo di primo piano al Governo della Regione può servire, ma in cuor mio, non ho mai dubitato: il mio impegno politico è ora fra la mia gente, portandone insieme i pesi e le scelte di sviluppo che, grazie all’impegno di tutti, dei consiglieri e degli assessori, ma anche dei miei concittadini, vanno a concretizzarsi proprio nella fase finale della consiliatura».
Commenti
16/3/2019
Aderendo alle richieste del Consiglio delle Autonomie locali e dell’assessore regionale degli Enti locali, il presidente uscente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru ha firmato ieri mattina il decreto con il quale si posticipa la data dello svolgimento delle elezioni di secondo grado dei presidenti delle Province e dei Consigli provinciali della Sardegna
© 2000-2019 Mediatica sas