Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesardegnaPoliticaElezioni › «Discontinuità con gli ultimi 40 anni»
M.T. 5 dicembre 2018
Massimo Zedda, in consa per la poltrona di Governatore nella Regione Sardegna, detta la sua ricetta per far ripartire l´isola: impensabile operare con lo sguardo rivolto al futuro con norme pensate nel 1977
«Discontinuità con gli ultimi 40 anni»


CAGLIARI - «Per il futuro penso a una discontinuità riguardo al passato, ma non rispetto a una Giunta o un'altra, bensì agli ultimi quarant'anni di governo della Regione». Così Massimo Zedda, pronto a guidare il centrosinistra alle prossime elezioni di febbraio, intervenendo alla riunione congiunta del Cal e del Consiglio regionale.

«È impensabile che si operi con la legge 1 sull'amministrazione della Regione che è del '77 e ha un anno in meno di me - ha chiarito il sindaco di Cagliari - impensabile operare con lo sguardo rivolto al futuro con norme pensate nel 1977». «Lo sguardo non va rivolto all'avversario politico ma alle norme, spesso avversari veri perché non adeguate all'attualità», ha spiegato il sindaco di Cagliari e aspirante Governatore sardo.

Per Massimo Zedda, «lo sviluppo può ripartire da un nuovo rapporto tra Enti locali e Regione con un approccio che guardi alle tante iniziative che nelle nostre comunità stanno generando posti di lavoro». Tutti gli indicatori, ha fatto notare il primo cittadino, registrano che «uno dei limiti di crescita anche in realtà più grandi come Cagliari, Sassari, Alghero, Nuoro, sono strettamente connessi al mancato sviluppo delle zone interne dei piccoli Comuni». Quindi, ha sottolineato, «aiutare i piccoli significa aiutare i più grandi».
Commenti
23:05 video
E' il consigliere comunale Roberto Barbieri, a capo della sezione locale di Legambiente, a raccontare come muove i primi passi la neonata Onda Verde civica, il movimento che parte dal basso e fa del rispetto della natura e dell'ambiente il motore per lo sviluppo sostenibile del territorio. «Lavoriamo sull'ambiente e sul futuro della nostra città», sottolinea il fondatore, che apre all'aggregazione di giovani consapevoli della ricchezza che un patrimonio storico ed ambientale immenso come quello di Alghero può fare la differenza per l'economia e la crescita. Le sue parole al microfono del Quotidiano di Alghero
12:00
Il movimento politico-culturale che fa capo all´ex assessore provinciale di Alghero, chiusa l´avventura programmatica con Energie per l´Italia, sigla l´accordo elettorale con Fratelli d´Italia. Mercoledì la conferenza stampa con tutti i dettagli
18:25
Gli scrutatori di seggio per le Elezioni Europee del 26 maggio 2019 saranno nominati tramite un sorteggio pubblico riservato ai disoccupati privi di qualunque fonte di entrata economica
© 2000-2019 Mediatica sas