Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariCronacaCronaca › Migrante pestato: identificato il responsabile
Red 12 settembre 2018
Questa mattina, è stato identificato il principale responsabile dell´aggressione perpetrata nella tarda serata di domenica ai danni di un giovane della Guinea a Sassari. Il 22enne aggredito, titolare di protezione internazionale, residente a Sassari da oltre sei anni, si trovava in Corso Cossiga, vicino all´Istituto magistrale
Migrante pestato: identificato il responsabile


SASSARI - Questa mattina (mercoledì), è stato identificato il principale responsabile dell'aggressione perpetrata nella tarda serata di domenica ai danni di un giovane della Guinea [LEGGI]. Il 22enne aggredito, titolare di protezione internazionale, residente a Sassari da oltre sei anni, si trovava in Corso Cossiga, vicino all'Istituto magistrale, ed era diretto in Piazza d'Italia per incontrarsi con un amico.

Mentre attendeva che scattasse il verde semaforico all'incrocio con Corso Margherita di Savoia, un gruppetto di coetanei ha attraversato la strada in direzione opposta e ha raggiunto il 22enne: a questo punto è scattata l'aggressione. Un giovane ha colpito con una violenta gomitata al fianco il ragazzo; quest'ultimo, sofferente per il colpo subito, ha chiesto il perché di quell'azione al suo aggressore, che ha risposto: “io sono a casa mia, vai a casa tua, io a casa mia faccio quello che voglio!”.

Contestualmente, lo straniero è stato colpito una prima volta in pieno volto da un pugno sferrato dalla stessa persona che gli aveva inferto la gomitata; nello stesso frangente è stato immobilizzato da un secondo giovane, che gli ha cinto un braccio intorno al collo, mentre un terzo gli ha sferrato un secondo violento pugno in pieno viso. Il giovane è caduto al suolo e, a questo punto, tutti e tre gli aggressori lo hanno colpito con calci su tutto il corpo ed al volto. Solo le urla di una coppia di anziani che hanno assistito al fatto, ed il convergere di alcune altre persone ha fatto desistere i tre uomini, che sono scappati.

L'attività investigativa svolta dal Comando di Polizia locale di Sassari ha permesso di ricostruire integralmente i fatti; le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza presenti nell'area, le testimonianze rese dalle persone accorse per soccorre il ragazzo e gli ulteriori elementi di prova raccolti hanno permesso di identificare con certezza l'aggressore primo e più violento, e si confida di identificare presto l'intera banda costituita da tre persone. L'aggressore è un 20enne italiano già noto alle Forze dell'ordine. Questa mattina, il fascicolo è stato consegnato al procuratore della Repubblica.
Commenti
15:44
Attorno alle 12.30 di oggi, un giovane è entrato nel negozio Tola 2.0, in Viale Italia, nel pieno centro di Sassari, si è fatto consegnare il denaro presente in cassa ed è poi scappato
21/1/2019
Tragedia nella borgata rurale di Sassari. Anna Maddau, di Porto Torres, è morta a causa delle esalazioni di monossido di carbonio provenienti da un braciere. Gravissimo l´uomo che era con lei trasportato d´urgenza in ospedale a Sassari
23:12
Peste suina africana: abbattuti settantaquattro maiali bradi. «Obiettivo vicino, non abbassiamo la guardia», dichiara l’Unità di progetto. L’Assica ringrazia il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru per gli enormi sforzi sull´eradicazione della Psa
21/1/2019
Incrementare la sicurezza stradale riducendo i veicoli che viaggiano senza la copertura assicurativa e con la revisione scaduta rappresenta il cuore del progetto “Plate check”, realizzato dalla Fondazione Ania, in collaborazione con la Polizia di Stato
21/1/2019
I finanzieri della locale Sezione operativa navale hanno denunciato il titolare di una società per l’illecito uso di gasolio agevolato. Il rappresentante legale rischia la reclusione da uno a cinque anni, oltre una multa, il cui importo varia da due a dieci volte il valore dell’imposta evasa
21/1/2019
15chilogrammi di esplosivo da cava: è questo il quantitativo del materiale esplodente ritrovato ieri dai Carabinieri della Compagnia di Siniscola e dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale di Lula. Non si registrano ritrovamenti di quantitativo di esplosivo così ingente da almeno dieci anni nella provincia di Nuoro
21/1/2019
Complessivamente, il valore dei 199.286 articoli sequestrati si attesta su una cifra di almeno 200mila euro. In questo avvio di 2019, le Fiamme gialle cagliaritane hanno sequestrato 333.730 articoli non sicuri, 132.240 prodotti contraffatti, sanzionando dieci persone e denunciandone cinque
21/1/2019
Nella notte tra mercoledì e giovedì, i ladri si sono introdotti nell’esercizio commerciale dell´Iti di Tortolì e, dopo aver scardinato la porta d’ingresso, hanno asportato un numero imprecisato di snack, bevande ed una piccola somma di denaro
© 2000-2019 Mediatica sas