Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariCronacaCronaca › Migrante pestato: identificato il responsabile
Red 12 settembre 2018
Questa mattina, è stato identificato il principale responsabile dell´aggressione perpetrata nella tarda serata di domenica ai danni di un giovane della Guinea a Sassari. Il 22enne aggredito, titolare di protezione internazionale, residente a Sassari da oltre sei anni, si trovava in Corso Cossiga, vicino all´Istituto magistrale
Migrante pestato: identificato il responsabile


SASSARI - Questa mattina (mercoledì), è stato identificato il principale responsabile dell'aggressione perpetrata nella tarda serata di domenica ai danni di un giovane della Guinea [LEGGI]. Il 22enne aggredito, titolare di protezione internazionale, residente a Sassari da oltre sei anni, si trovava in Corso Cossiga, vicino all'Istituto magistrale, ed era diretto in Piazza d'Italia per incontrarsi con un amico.

Mentre attendeva che scattasse il verde semaforico all'incrocio con Corso Margherita di Savoia, un gruppetto di coetanei ha attraversato la strada in direzione opposta e ha raggiunto il 22enne: a questo punto è scattata l'aggressione. Un giovane ha colpito con una violenta gomitata al fianco il ragazzo; quest'ultimo, sofferente per il colpo subito, ha chiesto il perché di quell'azione al suo aggressore, che ha risposto: “io sono a casa mia, vai a casa tua, io a casa mia faccio quello che voglio!”.

Contestualmente, lo straniero è stato colpito una prima volta in pieno volto da un pugno sferrato dalla stessa persona che gli aveva inferto la gomitata; nello stesso frangente è stato immobilizzato da un secondo giovane, che gli ha cinto un braccio intorno al collo, mentre un terzo gli ha sferrato un secondo violento pugno in pieno viso. Il giovane è caduto al suolo e, a questo punto, tutti e tre gli aggressori lo hanno colpito con calci su tutto il corpo ed al volto. Solo le urla di una coppia di anziani che hanno assistito al fatto, ed il convergere di alcune altre persone ha fatto desistere i tre uomini, che sono scappati.

L'attività investigativa svolta dal Comando di Polizia locale di Sassari ha permesso di ricostruire integralmente i fatti; le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza presenti nell'area, le testimonianze rese dalle persone accorse per soccorre il ragazzo e gli ulteriori elementi di prova raccolti hanno permesso di identificare con certezza l'aggressore primo e più violento, e si confida di identificare presto l'intera banda costituita da tre persone. L'aggressore è un 20enne italiano già noto alle Forze dell'ordine. Questa mattina, il fascicolo è stato consegnato al procuratore della Repubblica.
Commenti
21/9/2018
In manette con l’accusa di furto aggravato in concorso sono finiti due fratelli di Bono, S.G. di 27 anni e G.G. di 33 anni, entrambi noti alle forze dell’ordine per piccoli precedenti penali legati a furti e ricettazione
22/9/2018
Nei giorni scorsi, gli agenti della locale Sottosezione Polfer, hanno eseguito un provvedimento dell’Autorità giudiziaria nei confronti di un 30enne che, dopo un controllo, è risultato destinatario dalla misura cautelare dell’obbligo di dimora, per reati relativi agli stupefacenti
22/9/2018
I militari della locale Stazione durante un posto di controllo, hanno fermato un 50enne del posto, avendo mostrato evidenti segni di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di sostanza alcoliche
22/9/2018
I Carabinieri della Stazione di Isili, nell’ambito delle indagini finalizzate al contrasto del fenomeno delle clonazioni delle carte di pagamento, hanno segnalato alla competente Autorità giudiziaria una donna di origini campane
© 2000-2018 Mediatica sas