Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroCronacaIncendi › Palazzo incendiato, qualcosa si muove in Tribunale
Red 6 luglio 2018
Il giudice per le indagini preliminari Michele Contini ha accolto la richiesta dell´avvocato dell´impresa che ha costruito lo stabile di Alghero, autorizzando l´inizio dei lavori che dovranno garantire le condizioni di sicurezza per la perizia. La messa in sicurezza sarà eseguita dalla Sofingi. Prossima udienza, lunedì 17 settembre
Palazzo incendiato, qualcosa si muove in Tribunale


ALGHERO – Inizia a muoversi qualcosa per quanto riguarda la situazione dello stabile di Via Vittorio Emanuele, ad Alghero, devastato da un incendio il 19 luglio 2017. Il giudice per le indagini preliminari Michele Contini, accogliendo la richiesta dell'avvocato Agostinangelo Marras, legale dei costruttori del pallazzo, ha autorizzato il via ai lavori per la messa in sicurezza della struttura, che sarà poi obiettivo di una perizia.

I lavori saranno eseguiti dalla ditta Sofingi, della famiglia Giorico, e saranno finanziati da un anticipo, per la maggior parte dell'Axa assicurazioni. Tutte le operazioni legate alla messa in sicurezza dello stabile saranno controllate dai periti nominati dal Tribunale di Sassari che, nell'udienza di lunedì 17 settembre, renderanno note le tempistiche per il buon fine della perizia.

Come si ricorderà, l'intero palazzo è tuttora inagibile, mentre i due sottopiani, dove l'incendio trovò il suo inizio, sono sotto sequestro probatorio. Dal punto di vista legale, otto persone sono state iscritte nel registro degli indagati, mentre i condomini sono intenzionati a chiedere in sede civile la stima del danno economico ricevuto ed il conseguente risarcimento da chiedere.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas