Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariCronacaManifestazioni › Coldiretti Sardegna vola in Veneto
Red 28 giugno 2018
A cent´anni dalla Battaglia del Solstizio, che ha visto i pastori ed i contadini sardi combattere fianco a fianco con i veneti nella valle del Piave, la Sardegna grazie alla Coldiretti ed alla Federazione dei Circoli sardi, si sono gemellati con i Comuni di Fossalta di Piave, Meolo, Musile di Piave nel ricordo dei giovani della Brigata Sassari caduti
Coldiretti Sardegna vola in Veneto


SASSARI - A cent'anni dalla Battaglia del Solstizio, che ha visto i pastori ed i contadini sardi combattere fianco a fianco con i veneti nella valle del Piave, la Sardegna grazie alla Coldiretti ed alla Federazione dei Circoli sardi, si sono gemellati con i Comuni di Fossalta di Piave, Meolo, Musile di Piave nel ricordo dei giovani della Brigata Sassari caduti. Si è cominciato, con la celebrazione dei luoghi della memoria, a partire da Croce, la frazione di Musile di Piave, dove fu ferito Emilio Lussu, commemorato ed omaggiato con i soldati caduti in guerra oltre che dalle autorità locali, anche da una rappresentanza della Brigata Sassari e dal canto del tenore di Orgosolo Untana Vona.

La serata si è conclusa con la cena conviviale offerta a Fossalta di Piave di Coldiretti Sardegna a base dei prodotti dei pastori e contadini isolani in ricordo dei colleghi che cent'anni fa persero la vita in battaglia. «In queste terre, diversi nostri conterranei, perlopiù provenienti dal mondo agricolo, persero la vita combattendo per difendere la patria – commenta il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu - Eroi inconsapevoli, giovani pastori e agricoltori che sacrificarono la propria vita con coraggio ed ardore. Noi siamo qui innanzitutto per ricordarli e non rendere vano il loro sacrificio, ma anche come messaggeri di pace, perché le guerre portano solo morte e distruzione».

«E lo abbiamo fatto portando quelli che sono i frutti del lavoro proprio dei pastori e dei contadini – ricorda il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba – carne di pecora, pomodoro, patate e olio in un momento conviviale e di festa, perché appunto la finalità dei prodotti della terra è quella di essere consumati a tavola, in compagnia e allegria. Cosi abbiamo voluto ricordare i nostri giovani della Brigata Sassari e onorarli». Domenica mattina, la cerimonia si è invece spostata a Losson della Battaglia, frazione di Meolo, dove si trova il monumento alla Brigata Sassari opera dell’architetto Franco Niffoi e dell’artista Albino De Martis, «una stilizzazione del nuraghe composto da pietre provenienti da cento Comuni della Sardegna – ha ricordato durante la cerimonia la presidente nazionale della Fasi Serafina Mascia – attorniato dalle lapidi che ricordano il nome e il Comune di origine di 138 Sassarini Ragazzi del ‘99». La giornata si è conclusa con il ricordo di Attilio Deffenu, intellettuale e giornalista di Nuoro, che morì a Fossalta di Piave a soli 27 anni.

Nella foto: un momento della commemorazione
Commenti
14/1/2019
Il rito della benedizione ritorna con “Lu Fuggaroni di Sant’Antoni” nelle Cumbessias della basilica di San Gavino. Mercoledì alle 18 la cerimonia per il rinnovo dell’amicizia attorno al fuoco
19:06
Il Premio nazionale di letteratura e giornalismo, che torna al Teatro Civico dopo otto anni di assenza, verrà assegnato a Vanessa Roggieri per la prosa, Marella Giovannelli per la poesia e Giulia-Giornaliste della Sardegna per il giornalismo
30/12/2018
Sarà ricordata l’attività dei subacquei pescatori di corallo, che hanno frequentato dai primi anni cinquanta del secolo scorso i fondali del mare di Alghero e che hanno contribuito con il loro lavoro a far conoscere in tutto il mondo il corallo di Alghero
© 2000-2019 Mediatica sas