Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroCronacaCronaca › Rifiuti abbandonati nell’agro: Barracelli all´opera
Red 11 giugno 2018
Venerdì, durante un servizio di polizia ambientale, una pattuglia ha fermato una persona che aveva scaricato, all’interno dei cassonetti fuori città, rifiuti frutto di ristrutturazione edile e per il quale sono in corso indagini che portino al committente
Rifiuti abbandonati nell’agro: Barracelli all´opera


ALGHERO - Non differenziare i rifiuti, specie se ingombranti, o gettarli nei cassonetti nell’agro è una cattiva abitudine che contribuisce ad alimentare il degrado del territorio, oltre che nuocere gravemente all’ambiente. Per chi non rispetta le regole imposte dal Comune di Alghero, la tolleranza zero sarà assicurata. In sinergia con l’Assessorato comunale all’Ambiente, il Comando Barracelli ha intensificato i controlli e, grazie ad una serie di accorgimenti operativi, sta intervenendo in maniera più incisiva per colpire queste condotte illecite.

Spesso, i responsabili di questi comportamenti sono soliti adottare numerose cautele per passare inosservati ma, alla fine, i risultati, sotto il profilo preventivo e repressivo, stanno arrivando. Gli appostamenti diurni e notturni, concentrati in prossimità dei cassonetti presenti nell’agro, hanno consentito di identificare e sanzionare diverse persone: venerdì, una pattuglia dei barracelli, durante un servizio di polizia ambientale, ha fermato una persona che aveva scaricato, all’interno dei cassonetti fuori città, rifiuti frutto di ristrutturazione edile e per il quale sono in corso indagini che portino al committente. Inoltre, grazie alla collaborazione dei Carabinieri della Stazione di Fertilia, al trasgressore è stato sequestrato il veicolo, in quanto privo di copertura assicurativa.

Spesso, i rifiuti che hanno origine da piccoli interventi di manutenzione o ristrutturazione “casalinghi-fai da te” e parte della filiera è assolutamente “in nero”. Poi, c’è chi utilizza il trasporto proprio o un automezzo privato di “svuota cantine” più o meno regolari, che si fanno pagare per ritirare i rifiuti che poi, invece di essere smaltiti negli Ecocentro, vengono abbandonati nell’agro o in aree boschive. Ed ancora, i cittadini che, pur di non fare la differenziata, gettano i rifiuti nei cassonetti sparsi fuori città. Esiste un metodo semplice ed economico per rimuovere i rifiuti ingombranti, senza rischiare multe salate e, soprattutto, nel rispetto dell’ambiente e del decoro cittadino: gli Ecocentro di Galboneddu ed Ungias-Galantè oppure, concordando con la Ciclat, il ritiro sotto casa, telefonando al numero verde 800/543999, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.
Commenti
18:45
Avrebbe puntato le coste spagnole senza riuscire ad arrivarci. Mercoledì scorso l'algherese aveva acceso i motori di un motoscafo da dodici metri e da allora aveva fatto perdere le sue tracce
17/9/2018
Nell’ambito dei controlli svolti presso il porto di Isola Bianca, i Baschi verdi della Guardia di finanza del locale Gruppo hanno controllato un furgone con targa straniera che si accingeva a lasciare lo scalo portuale dopo essere sbarcato da una motonave proveniente da Livorno. Segnalato un romeno
17/9/2018
I Carabinieri della Compagnia di Siniscola, dopo numerosi controlli lungo le arterie principali del territorio della Baronia, finalizzati a scongiurare le condotte di guida distratte, hanno fermato circa 120 autovetture e controllato 260 persone
17/9/2018
I Carabinieri della locale Stazione, al termine delle indagini, hanno deferito in stato di libertà all’Autorità giudiziaria competente un 60enne della provincia di Pescara
18:28
Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate ed a contrasto dell’evasione fiscale, le Fiamme gialle del Comando provinciale di Cagliari hanno concluso due interventi ispettivi nei confronti di altrettanti realtà commerciali del capoluogo, operanti una nel settore dei trasporti, l’altra nel settore del commercio all’ingrosso di abbigliamento
14:11
Due operazioni di ricerca e soccorso sono state portate a termine durante la notte dalla Guardia Costiera di Porto Torres, che ha tratto in salvo in totale 6 diportisti di nazionalità italiana
17/9/2018
A distanza ormai di sei giorni dall´allarme, si teme il peggio anche per l’autore del furto. Nonostante le ricerche effettuate via mare e con l’ausilio dei mezzi aerei, del “Razim”, il Gobbi 38 Sport con tre motori entrobordo non c’è più traccia
© 2000-2018 Mediatica sas