Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziecagliariCronacaCronaca › Evasione fiscale e lavoro nero: società nei guai
Red 9 giugno 2018
Nel corso della costante azione di contrasto all’evasione fiscale ed al lavoro nero, le Fiamme gialle hanno concluso una verifica nei confronti di una società operante nel Cagliaritano, nel settore della ristorazione. Nascosti al fisco ricavi per 248mila euro ed impieganti dipendenti in modo irregolare
Evasione fiscale e lavoro nero: società nei guai


CAGLIARI - Nel corso della costante azione di contrasto all’evasione fiscale ed al lavoro nero, le Fiamme gialle hanno concluso una verifica nei confronti di una società operante nel Cagliaritano, nel settore della ristorazione. L’azione dei finanzieri in forza alla Tenenza di Muravera è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette, dell’Iva e dell’Irap, nonchè al controllo dell’osservanza degli obblighi correlati alla regolare assunzione dei lavoratori.

All’esito della verifica, è stato constatato che la società ha operato inosservando gli obblighi contabili e dichiarativi e di versamento dei tributi, risultando, per l’annualità sottoposta a controllo evasore totale. Le operazioni di servizio hanno evidenziato la mancata dichiarazione di ricavi per 248mila euro, irap per 90mila euro ed Iva per oltre 25mila euro. Sul fronte del contrasto al lavoro nero ed irregolare, i militari hanno accertato numerose violazioni da parte del titolare dell’attività alla disciplina che regola i rapporti di lavoro di tipo subordinato. Difatti, è stato riscontrato che, dei dodici dipendenti individuati, sei di loro, per pià periodi, hanno prestato la loro opera lavorativa “in nero”, priva cioè di una regolare contrattualizzazione e delle relative garanzie a tutela del lavoratore.

Analizzando le posizioni contrattualizzate, i finanzieri hanno riscontrato ulteriori irregolarità relative alla tipologia di lavoro prestato (alcuni dipendenti venivano assunti part-time, mentre in realtà operavano a tempo pieno), alla parziale indicazione in busta paga dei giorni e delle ore effettivamente lavorate (con la conseguenza della mancata liquidazione e retribuzione delle competenze effettivamente spettanti) ed al mancato riconoscimento, in alcuni casi, del diritto di usufruire del riposo settimanale o, per altri, di fruire del periodo di ferie. Sono state contestate violazioni per un ammontare complessivo di oltre 95mila euro, con conseguente interessamento degli istituti previdenziali ed assistenziali per la rideterminazione dei contributi da versare ai lavoratori.
Commenti
18:45
Avrebbe puntato le coste spagnole senza riuscire ad arrivarci. Mercoledì scorso l'algherese aveva acceso i motori di un motoscafo da dodici metri e da allora aveva fatto perdere le sue tracce. Si attende la conferma dalle autorità sulle dinamiche dell´avventura
17/9/2018
Nell’ambito dei controlli svolti presso il porto di Isola Bianca, i Baschi verdi della Guardia di finanza del locale Gruppo hanno controllato un furgone con targa straniera che si accingeva a lasciare lo scalo portuale dopo essere sbarcato da una motonave proveniente da Livorno. Segnalato un romeno
17/9/2018
I Carabinieri della Compagnia di Siniscola, dopo numerosi controlli lungo le arterie principali del territorio della Baronia, finalizzati a scongiurare le condotte di guida distratte, hanno fermato circa 120 autovetture e controllato 260 persone
17/9/2018
I Carabinieri della locale Stazione, al termine delle indagini, hanno deferito in stato di libertà all’Autorità giudiziaria competente un 60enne della provincia di Pescara
18:28
Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate ed a contrasto dell’evasione fiscale, le Fiamme gialle del Comando provinciale di Cagliari hanno concluso due interventi ispettivi nei confronti di altrettanti realtà commerciali del capoluogo, operanti una nel settore dei trasporti, l’altra nel settore del commercio all’ingrosso di abbigliamento
14:11
Due operazioni di ricerca e soccorso sono state portate a termine durante la notte dalla Guardia Costiera di Porto Torres, che ha tratto in salvo in totale 6 diportisti di nazionalità italiana
17/9/2018
A distanza ormai di sei giorni dall´allarme, si teme il peggio anche per l’autore del furto. Nonostante le ricerche effettuate via mare e con l’ausilio dei mezzi aerei, del “Razim”, il Gobbi 38 Sport con tre motori entrobordo non c’è più traccia
© 2000-2018 Mediatica sas