Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariCulturaScuola › Banco di Sardegna aderisce al Festival della Cultura creativa
Red 16 aprile 2018
Mercoledì, per l´edizione 2018 della manifestazione, la Sala Saglienti della Direzione generale, a Sassari, ospiterà la giornata dedicata agli alunni delle scuole primarie
Banco di Sardegna aderisce al Festival della Cultura creativa


SASSARI – Domani, mercoledì 18 aprile, dalle 9 alle 12.30, la Sala Siglienti della Direzione generale del Banco di Sardegna, a Sassari, aprirà le porte agli alunni di due classi delle scuole primarie cittadine di San Donato e di Via Genova. Saranno i protagonisti del Festival della Cultura creativa, promosso in ambito nazionale dall'Associazione bancaria italiana, con l'obiettivo di valorizzare e riaffermare l'impegno culturale e non solo economico che le banche svolgono quotidianamente nel Paese: a cominciare dall'educazione dei bambini, dai sette ai dieci anni di età, al risparmio attraverso la valorizzazione della loro consapevolezza e delle loro capacità espressive in un processo di crescita che li possa far diventare adulti responsabili.

La quinta edizione del Festival della Cultura creativa si svolge nell’Anno europeo del Patrimonio culturale, inteso come elemento di memoria e di identità, di dialogo e di coesione, di creatività e di futuro. Per l'occasione, al Banco di Sardegna si terranno laboratori organizzati dall'Associazione culturale Colibrì e dalla casa editrice Artebambini di Bologna sul tema “Architetture polifoniche”.

Nella foto: Architetture polifoniche
Commenti
17:06
Letture e laboratori ludico ricreativi per i bambini di Stintino al Museo della Tonnara. Le storie prenderanno spunto dalla lettura del libro “Il pesciolino arcobaleno” di Marcus Pfister
12:54
La mattina di venerdì 20 aprile si è tinta di bianco. Nella sede della Scuola secondaria di Via Biasi, l’istituto cittadino ha lavorato alla realizzazione di uno spettacolo commemorativo di musica e parole che ha trovato il suo epilogo nell’inaugurazione di uno roseto, a ricordo dei venti bambini che, durante la Seconda guerra mondiale, trovarono la morte in una scuola di Amburgo
© 2000-2018 Mediatica sas