Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroEconomiaEnogastronomia › L´Accademia di Fois tra i migliori oli al mondo
S.O. 14 aprile 2018
L´Accademia Olearia di Alghero prima a Madrid nella categoria fruttato verde leggero del prestigioso premio Mario Solinas, dedicato dal Consiglio Oleicolo Internazionale all´olio extravergine di oliva di qualità
Accademia di Fois tra i migliori oli al mondo


MADRID - Tre aziende olivicole italiane hanno conquistato a Madrid i vertici della classifica mondiale dei finalisti del prestigioso premio Mario Solinas, dedicato dal Consiglio Oleicolo Internazionale all'olio extravergine di oliva di qualità. Si tratta delle aziende agricole Leone Sabino di Canosa di Puglia (BT), prima classificata, Frantoio Romano di Ponte (BN), terza, nella categoria fruttato medio verde, e Accademia Olearia di Alghero, prima nella categoria fruttato verde leggero.

«E' la conferma che l'Italia mantiene una posizione di rilievo internazionale per la produzione di oli extra vergine di oliva di alta qualità», ha commentato l'ambasciatore d'Italia a Madrid Stefano Sannino. Alla diciottesima edizione hanno partecipato 189 aziende di 11 paesi.

«Per il terzo anno consecutivo il nostro Paese si piazza ai primi posti in classifica dopo aver vinto nel 2017 e nel 2016 la medaglia d'oro del Solinas con l'azienda di Paolo Bonomelli di Torri del Benaco (VR)». L'Italia, secondo produttore mondiale per l'olio di oliva in generale, ha partecipato con 15 aziende posizionandone tre tra i primi 4 migliori oli extra vergine di oliva del mondo.

Nella foto: Alessandro, Giuseppe e Antonello Fois dell'Accademia Olearia di Alghero
Commenti
12:17
Le Tre Foglie del Gambero rosso, la selezione dal Leone d’oro dei Mastri oleari, le Tre gocce Qualità dell’Aipo e le Cinque gocce della Guida Bibenda. Per l’azienda algherese la stagione 2019 dei concorsi e delle manifestazioni internazionali inizia con riconoscimenti di altissimo livello
13:09
La campagna di demonizzazione della pesca del riccio di mare, forse a causa del clima elettoralistico e delle conseguenti speculazioni politiche, ha raggiunto livelli per noi non più tollerabili. Appare evidente che quanto letto sui giornali in questi giorni sia evidentemente frutto di non conoscenza del problema
25/3/2019
Non ha dubbi Marco Busdraghi, esperto sub di Alghero che fa sua la preoccupazione resa pubblica dall´associazione no profit che punta sull´etica enogastronomica e combatte contro il prelievo indiscriminato dei ricci di mare
© 2000-2019 Mediatica sas