Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesardegnaAmbienteAmbiente › Monumenti Aperti in 62 comuni sardi
S.O. 11 aprile 2018 video
Il programma è stato presentato stamattina alla Biblioteca regionale di viale Trieste a Cagliari. Le parole degli assessori al Turismo Argiolas e alla Cultura Dessena nelle immagini della Regione
Monumenti Aperti in 62 comuni sardi


CAGLIARI - Sono 59 Comuni sardi più tre di Puglia e Basilicata: si apre così la 22esima edizione di Monumenti aperti per il 2018. Il programma è stato presentato stamattina alla Biblioteca regionale di viale Trieste a Cagliari. Si inizia a Bitonto la prossima domenica, 14 aprile, e si chiude a ottobre con un doppio appuntamento emiliano a Ferrara (13 e 14) e Copparo (20 e 21).

In mezzo, sei fine settimana sardi, dal 21 aprile al 3 giugno, in cui sarà possibile visitare, anche grazie al sostegno della Regione, più di 800 luoghi della cultura aperti e raccontati da oltre 18mila volontari, in massima parte studenti provenienti dalle scuole di ogni ordine e grado.

Alla presentazione di stamattina Barbara Argiolas e Giuseppe Dessena, assessori di Turismo e Cultura, hanno sottolineato l'importanza culturale e le potenzialità di una manifestazione nata nel 1997 ma sempre capace di rinnovarsi e mobilitare decine di migliaia di visitatori ogni anno. Tra le numerose città che aderiscono all'iniziativa la città di Alghero dove la manifestazione fa tappa il 12 e 13 maggio.
Commenti

20/7/2018
I falchi potranno essere utilizzati per l’allontanamento volatili in tutti i luoghi pubblici o privati in qualsiasi periodo dell’anno. Lo ha deciso martedì la Giunta regionale, su proposta dell’assessore della Difesa dell’ambiente Donatella Spano
19/7/2018
In fondo, ogni bene pubblico necessità di costanti risorse per garantirne la salvaguardia, e se questi fondi non possono essere reperiti da introiti come suolo pubblico o parcheggi a pagamento, come nel caso dei bastioni, il biglietto d’ingresso diventa una delle poche strade percorribili
© 2000-2018 Mediatica sas