Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroTurismoTurismoCievp, qualità e tradizione di Alghero in un´App
Red 10 aprile 2018
Il progetto europeo vede tra i partner la città di Alghero. Attraverso un´applicazione per smartphone, si consentirà ai turisti di acquisire informazioni accurate su pietanze della tradizione, artigianato di qualità e produzioni certificate
Cievp, qualità e tradizione di Alghero in un´App


ALGHERO - Si è tenuto nei giorni scorsi in Corsica il seminario di capitalizzazione del progetto europeo Cievp, coordinato dalla città di Ajaccio, che vede tra i partner anche il Comune di Alghero. L’obiettivo del progetto è incrementare la competitività e le performance delle imprese nei Comuni portuali, facendo leva sulla struttura urbana porto-centro città e sull'introduzione di strumenti tecnologici innovativi. Infatti, le città portuali vivono un grande afflusso di visitatori e passeggeri legati al trasporto commerciale, alle attività crocieristiche ed al tempo libero. Da questa potenziale domanda, spesso ricadono solo gli oneri ambientali e poco ritorno in chiave di turismo sostenibile. Le città quindi devono ripensare la relazione città porto ed organizzarsi per migliorare e qualificare la loro capacità di essere competitive e innovative riguardo l’offerta commerciale. Il progetto “Competitività e innovazione delle imprese delle città-porto” si propone di sviluppare un sistema imprese/territorio attrattivo rispetto a questa domanda ed orientato verso un modello innovativo di turismo sostenibile.

Per questo, il Comune di Alghero, con il Servizio Programmazione ed il Servizio Sviluppo economico rappresentati dagli assessori Gabriella Esposito ed Ornella Piras, con la Fondazione Alghero, il Parco regionale di Porto Conte ed il Dipartimento di Scienze umanistiche e sociali dell’Università degli studi di Sassari, ha condotto un’indagine socioeconomica delle condizioni e del rapporto tra le attività portuali ed il centro urbano, che ha permesso di acquisire informazioni dettagliate sulle esigenze e sugli interessi dei turisti/visitatori, fornendo preziosi elementi di analisi funzionali alla pianificazione dell’offerta turistica. Ciò ha permesso di definire linee guida ed un piano di azione locale a favore degli utenti delle infrastrutture portuali e degli operatori economici del territorio. Le attività pilota significative, tradotte in azioni e strumenti innovativi, fisici, immateriali o digitali, per migliorare l’offerta, l’accessibilità e per promuovere lo sviluppo delle imprese retroportuali in chiave di turismo sostenibile, sono state presentate all’anfiteatro dell’Università della Corsica dall'assessore comunale allo Sviluppo economico Ornella Piras e da Vanni Martinez, membro locale del gruppo di progetto. I partner europei hanno apprezzato molto le azioni messe in campo da Alghero; in particolare, il modello di offerta turistica sostenibile, organizzata in modalità sistemica e veicolata attraverso strumenti digitali, che saranno operativi nel centro storico già dalla prossima stagione.

Nell’ambito del progetto, infatti, è stato elaborato ed implementato un modello di sviluppo territoriale dove la competitività di beni e servizi di eccellenza viene resa accessibile attraverso una piattaforma informativa i cui punti di accesso sono i nodi di una rete di imprenditori (ristoratori, produttori agroalimentari, artigiani, commercianti, operatori del settore turistico) selezionati per la qualità dei prodotti offerti. Attraverso un’applicazione per smartphone, realizzata nell'ambito del progetto, o eventualmente accessibile attraverso Qr-Code apposti sui menù, si consentirà al turista di acquisire informazioni accurate in modalità multilingua sulle pietanze e gli ingredienti impiegati (descrizione pietanza, elenco ingredienti, accessibilità per diete speciali, legame con il territorio ed aspetti storico culturali), approfondendo la conoscenza di quelle materie prime dalla qualità ambientale certificata provenienti dal territorio circostante. Parallelamente alle informazioni di carattere enogastronomico, si suggerirà al turista in quali altri luoghi fruire di beni di qualità: soprattutto prodotti dell’artigianato artistico algherese, recentemente valorizzati e tutelati dal Marchio di qualità “Corallium Rubrum ad Alghero”, ovvero produzioni certificate allestite nell’Area protetta di Porto Conte. L’applicazione aiuterà il turista a comprendere il valore del prodotto ed a conoscere i luoghi dove è possibile ammirarlo ed acquistarlo. I risultati dell’indagine socioeconomica, nonché l’avvio delle azioni pilota verranno presentate in un incontro pubblico che si terrà ad Alghero prima dell’avvio della stagione estiva.

Nella foto: l'assessore allo Sviluppo Economico del comune di Alghero Ornella Piras, col delegato di progetto Vanni Martinez
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas