Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariCronacaSicurezza › Cyberbullismo, web sicuro col Blue box
Red 9 febbraio 2018
Nell’ambito del progetto “Blue Box”, continuano gli incontri della Polizia con i giovani studenti per riflettere insieme sulle situazioni di disagio che possano dare adito, anche in forma sommersa ad episodi di bullismo, cyberbullismo, stati di abbandono, tragici giochi di ruolo e disagio familiare. Ieri mattina, campagna di sensibilizzazione sul disagio minorile all’Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto
Cyberbullismo, web sicuro col Blue box


SASSARI - Nell’ambito del progetto “Blue Box”, continuano gli incontri della Polizia di Stato con i giovani studenti per riflettere insieme sulle situazioni di disagio che possano dare adito, anche in forma sommersa ad episodi di bullismo, cyberbullismo, stati di abbandono, tragici giochi di ruolo e disagio familiare. Ieri mattina (mercoledì), l’iniziativa è approdata all’Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto, scuola secondaria di Via Ogliastra, con un incontro, i cui lavori sono stati aperti dall’intervento del questore della Provincia di Sassari Maurizio Ficarra, che ha accettato il gradito invito rivolto dal dirigente scolastico.

Un'equipe multidisciplinare composta da personale della Sezione specializzata dell’Ufficio Minori ed unità della Polizia postale ha fornito strumenti idonei a comprendere l’estrema pericolosità di sfide estreme e giochi di ruolo, nonché ha sensibilizzato studenti ed insegnanti a riconoscere gli eventuali segnali del malessere giovanile e fornire indicazioni utili per un corretto utilizzo del web. Nel corso dell’incontro, è stata presentata una scatola blu, appunto “Blue Box”, uno “scrigno” che rimarrà nella scuola ed all’interno del quale i ragazzi potranno inserire eventuali segnalazioni che verranno successivamente trattate dalle articolazioni della Questura competenti per materia.
Commenti
20/5/2018
Sotto attenzione i comuni di Esporlatu, Burgos, Nule, Bottida, Benetutti, Bono ed Ozieri. 12 posti di controllo, durante i quali sono state identificate 128 persone e controllati 66 autoveicoli
11:00
Le celebrazioni sono in programma per la giornata del 23 maggio. L´evento sarà condiviso con il personale in quiescenza e in servizio e con i familiari degli Agenti di Custodia caduti nel 1945 durante l´evasione di alcuni detenuti
© 2000-2018 Mediatica sas