Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesardegnaPoliticaRegione › «Pressioni sul Governo per ritirare il ricorso»
Red 19 ottobre 2017
«Crediamo fortemente nell’Agenzia sarda delle entrate: è uno dei punti qualificanti del nostro programma di governo e un pezzo importante verso quel controllo fiscale che è essenziale per la nostra regione», dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru
«Pressioni sul Governo per ritirare il ricorso»


CAGLIARI - «Crediamo fortemente nell’Agenzia sarda delle entrate: è uno dei punti qualificanti del nostro programma di governo e un pezzo importante verso quel controllo fiscale che è essenziale per la nostra regione. Siamo anche convinti che l’articolo 3 sulla possibile, futura riscossione diretta dei tributi regionali, con la clausola specifica di un preliminare accordo con lo Stato, sia stato scritto nel pieno rispetto delle leggi nazionali. A nostro avviso, quindi, non c'è invasione delle competenze statali da parte di quelle regionali. Per questo motivo sto facendo forti pressioni sul premier Gentiloni perché il Governo ritiri il ricorso, c’è ancora tempo per farlo e continuerò a insistere perché sono convinto delle nostre ragioni, come abbiamo già dimostrato costituendoci immediatamente in giudizio per difendere le nostre posizioni e i diritti di tutti i sardi».

Lo dice il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru a pochi giorni dall’attesa sentenza sull’articolo 3 della legge istitutiva dell’Ase, impugnato dal Governo e con la Regione che ha deciso di resistere. «Voglio però dire con chiarezza che la legge che istituisce l'Agenzia delle Entrate resta valida e legittima nelle sue parti essenziali, perché appunto l'impugnazione riguarda una norma di prospettiva, importante ma non immediatamente operativa e sui cui contenuti continueremo comunque a lavorare. La strada in ogni caso è segnata e la percorreremo per acquisire, attraverso accordi con la commissione paritetica, il diritto anche all'accertamento e alla riscossione», conclude Pigliaru.

«Abbiamo sempre creduto nell’importanza dell’Ase e del ruolo strategico che avrà nel controllo e nella tutela dei nostri conti pubblici regionali rispetto al non sempre facile rapporto con lo Stato - sottolinea l’assessore del Bilancio Raffaele Paci - Subito dopo l’approvazione in Consiglio della legge che istituisce l’Agenzia Sarda delle Entrate, abbiamo avviato tutte le procedure per la nomina del direttore generale: attualmente c’è un bando aperto per il reclutamento esterno e dunque dal prossimo 1 gennaio l’Ase sarà pienamente operativa. Con questa Agenzia - ribadisce Paci - saremo più autonomi, efficienti e riusciremo a farci riconoscere tutte le entrate che ci spettano senza avere il dubbio che qualcosa non sia arrivata nelle nostre casse. Garantendo il totale e autonomo controllo sul nostro fisco, tuteliamo la Sardegna e tutti i cittadini».

Nella foto: il presidente regionale Francesco Pigliaru
Commenti
23/6/2018
In programma un laboratorio sulla semplificazione delle procedure. «Un Testo unico per gli strumenti di pianificazione», auspica l´assessore regionale agli Enti locali Cristiano Erriu
22/6/2018
Il capogruppo dell´Udc in Consiglio regionale Rubiu interviene sul progetto “Cumentzu”, l´avviso pubblico della Regione autonoma della Sardegna, che mira alla crescita dell´occupazione dei profughi ed all´inclusione attiva
© 2000-2018 Mediatica sas