Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroPoliticaPolitica › Congresso Dem, giochi aperti. Daga ricandida Mario Salis
S.V. 12 ottobre 2017
Il leader Pd anti-Bruno, a sorpresa, scocca la prima freccia. E' quella dello stimato segretario uscente, gettato ufficialmente nella mischia. Occhi puntati al 21 ottobre quando ad Alghero si aprirà il congresso di circolo. Rimangono nella faretra di Enrico Daga gli outsider Cardi, Peis e Piero Daga
Congresso Dem, giochi aperti
Daga ricandida Mario Salis


ALGHERO - A dieci giorni dal congresso cittadino del Partito democratico arrivano le prime certezze: sono oltre 700 gli iscritti al circolo di Alghero (l'unico per ora esistente), con 454 nuove adesioni. Occhi puntati al 21 ottobre, quando in via Mazzini si aprirà il dibattito e si presenteranno le mozioni. Con un chiaro percorso progressista di Centrosinistra tracciato dal capogruppo in Consiglio, Mimmo Pirisi, e una novità importante: dopo sette lunghi anni e due mandati, potrebbero clamorosamente riaprirsi chance di rielezione per Mario Salis [LEGGI].

E' il leader anti-Bruno che, a sorpresa, scocca la prima freccia: è proprio quella del segretario uscente, gettato ufficialmente nella mischia. «L'ho sostenuto e se fosse disponibile a proseguire nel suo ingrato compito, lo sosterrò nuovamente» parola di Enrico Daga, che dopo l'ultimo consiglio comunale che lo ha visto votare al fianco di Forza Italia ed Ncd nonostante le mazzate arrivate da destra e indirizzate proprio al suo partito [LEGGI], ripone grande fiducia nel buon esito del congresso. Rimangono nella faretra di Enrico Daga gli outsider Cici Peis e Piero Daga, oltre ad Alma Cardi [LEGGI].

Da regolamento, Mario Salis sarebbe titolato a ricandidarsi in quando non avrebbe compiuto due mandati interi, ma solo frazioni di essi. Lo stimato professionista eletto la prima volta ai vertici del circolo di Alghero nel luglio del 2010 [GUARDA] le ha viste un po tutte. Fino a quel terribile 2014 quando, in seguito alla diaspora interna, il partito perde una fetta importante di sostenitori crollando al 13%, quando lo stesso giorno i Dem, anche ad Alghero, segnavano alle Europee uno dei picchi più alti (40% su base Nazionale e 34% locale).

Mario Salis, la scheda. Medico dentista, socialista. Nella seconda Repubblica è animatore del Circolo Pertini Mereu e non aderisce ai partiti eredi dell'ex Psi. Entra in Alghero Viva e appoggia Carlo Sechi sindaco. Nel 2004 sposa la causa di Soru e, da coordinatore cittadino di Progetto Sardegna, si candida alle regionali nelle quali verrà eletto Mario Bruno che lo distacca nettamente. Successivamente viene eletto segretario cittadino del Pd in contrapposizione al gruppo Spissu-Peis-Daga e da questi ultimi appoggiato nel secondo mandato e oggi ricandidato al terzo. Ex seconda linea di rugby diventa Presidente dell'Amatori Alghero per poi abbandonare e fondare clamorosamente il Rugby Sassari.
Commenti
19:09
In programma martedì pomeriggio, l’Hostel Marina alle Scalette di San Sepolcro, a Cagliari, ospiterà “100 piazze per un programma”, la prima assemblea in Sardegna di Un’alleanza popolare per la democrazia e l’eguaglianza
11:01
Sabato, si è tenuta a Sassari la riunione degli iscritti al Partito dei sardi, propedeutica all´assemblea nazionale che si terrà a breve. Presenti i maggiori dirigenti nazionali, tra cui il presidente Paolo Maninchedda, il segretario Franciscu Sedda ed una folta delegazione algherese
9:44
Anche il sindaco di Sassari aderisce allo sciopero della fame per lo Ius Soli. Il primo cittadino ha scelto di digiunare domani. L´iniziativa, che ha preso il via il 3 ottobre, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell´immigrazione, conta ad oggi l´adesione di 1300 tra insegnanti e parlamentari, cittadini e membri del Governo
15/10/2017
Porcu e Ferrara (Alghero): «Preso atto del contenuto degli stessi atti giuntali nn. 240 e 270, entrambi del 2017, aventi ad oggetto la gestione degli stalli siti nel parcheggio interrato multipiano di via Brigata Sassari, che, a nostro avviso, parrebbero viziate da gravi irregolarità, formali e sostanziali, chiediamo l’annullamento in autotutela delle suddette delibere»
© 2000-2017 Mediatica sas