Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariCulturaMusei › Cronache dalla pinta: storie di birra
Red 14 settembre 2017
Venerdì 15 settembre, alle ore 18.30, con apertura straordinaria fino alle 23, nella Sala conferenze del Museo nazionale archeologico ed etnografico “Giovanni Antonio Sanna” di Sassari, Francesco Bellu, giornalista professionista ed archeologo, presenta una conferenza scientifico-divulgativa
Cronache dalla pinta: storie di birra


SASSARI - La produzione ed il consumo di birra nella storia tra passato e presente. Artigianale, rossa, cruda, ghiacciata per accompagnare cibi genuini e pregiati. Un modo originale ed inconsueto di raccontare il percorso di una preziosa bevanda al Museo.

Venerdì 15 settembre, alle ore 18.30, con apertura straordinaria fino alle 23, nella Sala conferenze del Museo nazionale archeologico ed etnografico “Giovanni Antonio Sanna” di Sassari, in Via Roma 64, Francesco Bellu, giornalista professionista e archeologo, presenta la conferenza scientifico-divulgativa “Cronache dalla pinta: storia e storie della birra”. Il tema della birra nella storia antica verrà affrontato in maniera leggera ed ironica per coinvolgere il pubblico con documenti originali e la presentazione di immagini che partono dalla nascita delle bevanda ed arrivano fino ai giorni nostri.

L’obiettivo è quello di creare curiosità, affascinare e coinvolgere i presenti attraverso una narrazione estrosa ed inusuale. Nel corso della serata è prevista la degustazione di tre diverse birre artigianali, con assaggi guidati alla conoscenza ed alla qualità delle svariate tipologie attualmente in produzione, a cura della birreria “Il tocco del prete”. L’evento rientra nel calendario delle manifestazioni previste per “Musei di Storie” sul tema “Cibo”.

Nella foto: Egyptian wooden model of beer making in ancient Egypt
Commenti
19/9/2017
Venerdì mattina il Parco nazionale dell’Asinara inaugurerà la struttura inserita nella rete degli immobili recuperati e gestiti dall’Ente Parco per i servizi istituzionali e la fruizione turistica
© 2000-2017 Mediatica sas