Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieportotorresCulturaRiti › Inaugurata piazza Caduti 9 settembre 1943
Mariangela Pala 10 settembre 2017
Ancora una volta per commemorare le 1700 vittime che nel pomeriggio del 9 settembre si inabissarono nel Golfo dell’Asinara assieme alla loro Corazzata Roma e alle navi da Noli e Vivaldi
Inaugurata piazza Caduti 9 settembre 1943


PORTO TORRES - Ancora una volta per commemorare le 1700 vittime che nel pomeriggio del 9 settembre si inabissarono nel Golfo dell’Asinara assieme alla loro Corazzata Roma e alle navi da Noli e Vivaldi. Ieri la cerimonia del 74esimo anniversario davanti al monumento nella piazza del Lungomare Balai dedicata proprio ieri ai Caduti 9 settembre 1943 alla presenza delle autorità civili e militari. Sotto la pioggia battente ad assistere alla commemorazione anche l’ex ministro alla difesa Arturo Parisi, l’ammiraglio Mario Me e il capitano di vascello Marco Novella.

«Ancora una volta per ricordare il momento più buio della notte italiana, e tuttavia lo stesso nel quale cominciò ad avvicinarsi inavvertita l'aurora della nuova Italia. Il momento nel quale tutti avevano il dovere della speranza contro ogni speranza e ognuno il diritto alla confusione più profonda. Se in quel momento l'aurora cominciò ad avvicinarsi e la notte a finire fu grazie a chi fece allora la scelta giusta e a quanti assieme a lui quella scelta pagarono immolando la loro vita». L’ex ministro Parisi ha voluto ricordare così uno dei momenti più tristi della storia nazionale durante una cerimonia iniziata con la messa officiata da don Gavino Sini conclusasi con la lettura della preghiera del marinaio ad opera del consigliere nazionale dell’Associazione nazionale marinai d'Italia, Antonello Urru.

E’ stata poi l’assessore alla cultura Alessandra Vetrano a deporre una corona di fiori davanti al monumento ai caduti e a scoperchiare la targa della dedicazione alla piazza. «Siamo qui per conservare il ricordo di ciò che è avvenuto tanti anni fa davanti al golfo dell’Asinara – ha detto l’esponente della giunta - non vogliamo e non dobbiamo cancellare la tragedia che si è consumata del nostro mare. Oggi mettiamo un altro tassello al percorso della memoria con la dedicazione di questo spazio alle vittime dell’affondamento». La cerimonia si è conclusa con il reading musicale al Museo del Porto con Giovanni Marroccu e alla fisarmonica Cristian Melone. L'iniziativa è promossa dall’associazione fondata da Nicola Puggioni in collaborazione con il documentarista Roberto Barbieri e dall’Associazione nazionale marinai d’Italia con il patrocinio del comune di Porto Torres.
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas