Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesassariPoliticaAmministrazione › Sgravi alle attività del centro sassarese
Red 4 settembre 2017
Nel mese di luglio, l´Amministrazione comunale di Sassari ha erogato un contributo a favore di dodici attività che operano nel centro storico cittadino. Il commento dell´assessore comunale alle Politiche finanziare e patrimonio Simone Campus
Sgravi alle attività del centro sassarese


SASSARI – Nel mese di luglio, il Comune di Sassari ha erogato un contributo a favore di dodici attività che operano nel centro storico. Un'azione che rientra all'interno del regolamento per la concessione di agevolazioni in favore delle imprese, e che prevede la restituzione delle imposte per un massimo di 3mila euro a contribuente. Le imprese che hanno fatto richiesta, dunque, sono state inserite in una graduatoria ed i beneficiari hanno ricevuto un contributo pari alla sommatoria dei tributi comunali (Ici/Imu, Tari, Tosap e Imposta sulla pubblicità) per un totale di 15mila euro.

«Si tratta di cifre che possono apparire contenute nel totale - commenta l'assessore comunale alle Politiche finanziare e patrimonio Simone Campus – ma utilissime per i singoli operatori. Una misura ormai ordinaria che testimonia la concreta volontà dell'Amministrazione di promuovere e incentivare l'insediamento delle attività imprenditoriali nel centro storico. Non puntiamo a far cassa, ma a sostenere le imprese, così come le famiglie che ruotano attorno ad esse». Inoltre, con l'ultimo “assestamento di bilancio” si sono resi disponibili i fondi da restituire alle famiglie o imprese edili per oneri concessori per l'edilizia, versati in eccedenza.

«Il totale, in questo caso – conclude il membro della Giunta Sanna – si aggira intorno ai 200mila euro. Stiamo, inoltre, rimborsando alle parrocchie e alle associazioni di volontariato le quote della Tari del 2016, per le quali era invece prevista l'esenzione o la riduzione. Piccoli, ma concreti segni di attenzione dell'Amministrazione comunale nei riguardi di imprese, famiglie e associazioni del volontariato».

Nella foto: l'assessore comunale Simone Campus
Commenti
16/9/2017
«I sassaresi ogni anno pagano 6mila euro per l´assistenza religiosa agli ospiti di Casa Serena: ma il sostegno religioso può avere un prezzo?». Dura presa di posizione della portavoce nel Consiglio comunale di Sassari Desirè Manca, sulla convenzione stipulata (e rinnovata) fra Comune e Curia vescovile, che prevede il pagamento annuo di 6mila euro per l´assistenza religiosa agli ospiti di Casa Serena
© 2000-2017 Mediatica sas