Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziesardegnaPoliticaScuolaIscol@, bandi per laboratori
Red 13 agosto 2017
Al via il bando per i laboratori extracurricolari Linea B1 aperti dalla Regione autonoma della Sardegna per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica. La Regione autonoma della Sardegna ha aperto il bando per la presentazione di attività didattiche
Iscol@, bandi per laboratori


CAGLIARI - Al via il bando Tutti a Iscol@ per i laboratori extracurricolari della linea B1. Per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica, la Regione autonoma della Sardegna ha aperto il bando per la presentazione di attività didattiche, proposte sotto forma di laboratori extracurricolari agli studenti. «Anche quest’anno, la Regione propone i laboratori extracurriculari di Tutti a Iscol@, che hanno avuto molto successo e seguito e stanno dando grandi risultati - ha commentato l’assessore regionale della Pubblica istruzione Giuseppe Dessena - sono soddisfatto per la tempistica con la quale è stato pubblicato l’avviso: questo rende l’azione ancora più efficace. Lavorare attraverso i laboratori, sulle competenze trasversali degli studenti, significa impegnarli in attività che danno respiro ai loro talenti personali e che rendono la scuola più attrattiva, dinamica e al passo con i tempi e le aspettative per il futuro. Tutto questo ci consente di aggredire il fenomeno della dispersione scolastica, che ha avuto già dei miglioramenti in punti percentuale».

Potranno partecipare all’avviso Enti pubblici, associazioni, imprese, che siano in grado di progettare e realizzare attività laboratoriali. Gli operatori, in forma singola o associata, potranno inoltrare la domanda per un solo progetto di laboratorio, replicabile per un massimo di quattro edizioni. I progetti proposti saranno valutati ed inseriti successivamente in un catalogo dal quale le autonomie scolastiche potranno scegliere, in base ai propri percorsi didattici. I progetti saranno valutati per criteri di qualità e congruità, sulla base dei risultati attesi e della qualificazione del soggetto proponente. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma web resa disponibile dalla Regione. Le funzionalità del sistema on-line saranno operative a partire dalle ore 9 di martedì 22 agosto e fino alle 13 di martedì 12 settembre.

La linea B1 prevede laboratori nell’ambito dell’educazione civica, lotta al bullismo, rispetto della legalità e valori costituzionali. L’area Linguistica, con lo studio delle lingue straniere, arte e creatività, musica, cinema, teatro e danza, lettura e scrittura creativa. Poi l’area manualità creativa, che ricomprende laboratori come artigianato tipico, uso dei materiali di riciclo, sartoria, enogastronomia e meccanica. Ancora, i beni comuni, con la cura del paesaggio, orti urbani, verde pubblico, il mare, l’uso dei materiali ecologici a scuola e la bioarchitettura. Nell’ambito dell’educazione alla salute, si potrà inserire l’attività ludico sportiva, educazione alimentare, stradale e prevenzione sanitaria. Area ciclo di vita di un prodotto, management, realizzazione di piccole officine tradizionali relazionate ai poli produttivi territoriali, conoscenze dei processi produttivi e di management anche legati al territorio. Ed infine, nell’area identità territoriale, si tratterà di paesaggio, promozione turistica e lettura del paesaggio attraverso i cinque sensi: vista, tatto, udito, olfatto e gusto.

Nella foto: l'assessore regionale Giuseppe Dessena
Commenti
20/11/2017
La segreteria cittadina del Partito dei Sardi si è riunita per esaminare il Programma triennale delle opere pubbliche 2017-2019 dove non sono previsti interventi di ristrutturazione dei vari plessi scolastici del comprensivo 1
© 2000-2017 Mediatica sas