Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziealgheroCulturaScuola › Tutti a Iscola: Design Lab ad Alghero
Red 30 giugno 2017
Si è concluso a giugno il laboratorio “Design Lab-Ripensare al design con la fabbricazione digitale”, svolto all’Ipia di Alghero e finanziato dal programma regionale di Sardegna ricerche
Tutti a Iscola: Design Lab ad Alghero


ALGHERO - Si è concluso a giugno il laboratorio “Design Lab-Ripensare al design con la fabbricazione digitale”, svolto all’Ipia di Alghero e finanziato dal programma regionale Tutti a Iscol@ di Sardegna ricerche. Il laboratorio extracurriculare didattico tecnologico è stato coordinato dai responsabili scientifici e tutor tecnologici del corso Pietro Enrico Longo ed Elisa Zichi, insieme al tutor tecnologico Andrea Becca ed all'educatrice e pedagogista Elisa Coratza. Durante tutta la durata del corso, gli architetti sono stati affiancati dai tutor d’aula Paolo Corbia, Aldo Deroma e Vincenzo Maninchedda, che hanno dato, con il loro supporto costante, un contributo fondamentale alla realizzazione del progetto. Inoltre, i ragazzi hanno svolto una visita guidata al Fablab dell’Università degli studi di Sassari.

Il corso di sessanta ore ha coinvolto gli alunni di diverse classi dell’Istituto, che hanno partecipato con entusiasmo e tanta voglia di fare. Gli studenti hanno imparato ad utilizzare software di disegno Cad con cui hanno modellato in 3d otto architetture rappresentative della Sardegna, tra queste il faro di Capo Caccia e la Torre di Sulis di Alghero, la Fontana di Rosello di Sassari, il Castello di San Michele di Cagliari e la Chiesa di Saccargia. Questi monumenti sono stati stampanti in 3d e posti in una grande installazione a parete, in cui è stato fissato un plastico in cartoncino della Sardegna realizzato con la macchina a taglio laser.

La scheda Arduino ha permesso di gestire l’illuminazione a led ed otto motorini elettrici che consentono il movimento dei monumenti. Le architetture sono riconoscibili anche grazie ai Qrcode, “codici a barre tecnologici” che sono letti dagli smartphone e reindirizzano l'utente alla scheda informativa di ogni singolo monumento sul sito internet SardegnaCultura. L’evento finale si è tenuto nell’Aula Magna dell’Istituto, il progetto è stato esposto alla presenza del dirigente scolastico Mario Peretto, del corpo docente, di studenti e genitori. Gli alunni sono stati bravissimi e hanno imparato a progettare dei manufatti con i mezzi offerti dalla fabbricazione digitale aiutandosi e collaborando tra di loro.

Nella foto: un momento del laboratorio
Commenti
18/9/2017
Sono 283 le famiglie con figli iscritti ai due istituti comprensivi (161 nel Comprensivo 1 e 122 nel Comprensivo 2) che devono ancora completare l´iscrizione al Servizio di ristorazione scolastica
© 2000-2017 Mediatica sas