Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notiziecagliariSaluteSanità › Al Brotzu raggiunti 200 interventi Tavi
Red 21 aprile 2017
Sono stati raggiunti i 200 interventi di Tavi, una rivoluzionaria tecnica mini invasiva per la sostituzione della valvola aortica. La stenosi aortica è una patologia valvolare molto comune nei Paesi occidentali, la più frequente in Italia
Al Brotzu raggiunti 200 interventi Tavi


CAGLIARI - Importante risultato nella cura delle patologie valvolari all'ospedale Brotzu di Cagliari: sono stati raggiunti i 200 interventi di Tavi, una rivoluzionaria tecnica mini invasiva per la sostituzione della valvola aortica. Una procedura in grado di salvare la vita a pazienti anziani per i quali l'intervento cardiochirurgico tradizionale sarebbe troppo rischioso. L'impianto, in inglese transcatheter aortic valve implantation, è una tecnica che permette l'impianto della valvola aortica con approccio percutaneo dall'arteria femorale (transfemorale) o dall'apice del ventricolo sinistro sinistro (transapicale).

Rappresenta una valida alternativa all'intervento chirurgico per pazienti anziani con stenosi aortica severa e che soffrono anche di altre patologie. La stenosi aortica è una patologia valvolare molto comune nei Paesi occidentali, la più frequente in Italia: la fascia di età a rischio è compresa tra i 60 e i 70 anni.

Se non adeguatamente trattata, l'evoluzione della malattia è causa di morte nel 50% degli individui a distanza di 3 anni dall'inizio dei sintomi. Per stenosi aortica s'intende il restringimento della valvola aortica, attraverso cui passa il sangue prima di immettersi nel sistema arterioso. Le cause sono molteplici. Può essere legata a malformazioni congenite o correlarsi a patologie di origine reumatica, dovute ad una precedente e malcurata infezione batterica.
Commenti
22/7/2017
Il servizio, avviato il 5 giugno, ha preso in carico 112 donne. Attivato il numero verde 800/559988, che consente un immediato contatto con la struttura che ha sede al piano terra del Palazzo Clemente. Importante il ruolo delle infermiere case manager
22/7/2017
L´ex consigliere comunale Ombretta Armani ha mandato una lettera su una sua disavventura capitatele nei giorni scorsi nel locale nosocomio, che il Quotidiano di Alghero riporta integralmente ai sui lettori
22/7/2017
C´è la volontà ma manca la forza in Commissione Sanità per riconoscere il Primo livello ad Alghero-Ozieri, così s´innesca un braccio di ferro al rialzo tra territori che penalizza tutti. Occhi puntati ai prossimi giorni, quando è atteso l'accordo nel centrosinistra
21/7/2017
Dal 28 luglio i medici del Cisom saranno attivi presso il presidio medico di Cala d’Oliva all’Asinara
© 2000-2017 Mediatica sas