Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaTurismoAeroporto › Turismo a Pasqua: l'aeroporto di Olbia attende 18mila passeggeri
A.B. 25 marzo 2016
Al Costa Smeralda, la Geasar ha stimato sino a lunedì circa 18mila sbarchi su 126 movimenti. Alcune compagnie internazionali hanno anticipato l’avvio dei collegamenti previsti per “Summer 2016”, mentre altri ne hanno attivato di nuovi e Meridiana ha incrementato i posti su alcune rotte nazionali
Turismo a Pasqua: l'aeroporto di Olbia attende 18mila passeggeri


OLBIA - «Nonostante il calendario quest’anno ci abbia destinato una Pasqua anticipata, il trend di arrivi e presenze nel weekend lungo alle porte è decisamente in rialzo, quasi da far registrare il tutto esaurito, considerate la ridotta percentuale di strutture aperte e le condizioni climatiche confortanti». Lo dice l’assessore regionale del Turismo, Artigianato e Commercio Francesco Morandi in previsione del prossimo ponte festivo.

«La Pasqua rappresenta tradizionalmente l’apertura della stagione turistica - continua l’assessore - è il primo vero test di rodaggio per molte strutture, utile a verificare quanto le tradizioni identitarie e i tanti appuntamenti culturali rappresentino un attrattore di flussi: non a caso abbiamo rifinanziato e incluso nel cartellone regionale degli eventi a valenza triennale i carnevali e i riti della Settimana Santa». Conferme sull’incremento dei numeri giungono anche dagli scali aeroportuali. Ad Elmas, secondo le stime della Sogaer, sono attesi fra i 48mila ed i 50mila passeggeri, distribuiti su 310 voli fra arrivi e partenze, che viaggeranno quasi a pieno carico.

Al Costa Smeralda di Olbia, la Geasar ha stimato fino a lunedì circa 18mila sbarchi su 126 movimenti: alcune compagnie internazionali hanno anticipato l’avvio dei collegamenti previsti per “Summer 2016”, altri ne hanno attivato di nuovi e Meridiana ha incrementato i posti su alcune rotte nazionali. Incoraggianti anche le previsioni sulle settimane successive, che lasciano intravedere un maggio da record, grazie soprattutto agli arrivi dall’estero e ad un allungamento della stagione fino a fine ottobre. «Sosterremo l’attività delle aziende di settore con azioni di comunicazione mirate sui mercati nazionali, in quelli di lingua tedesca e nel Regno Unito: stiamo investendo su alcuni progetti pilota di destagionalizzazione - conclude l’esponente della Giunta Pigliaru - perché nel 2016 si lavori a pieno regime da maggio a ottobre e nel 2017 da aprile a novembre».
Commenti
21/3/2017
Occhi puntati sullo scalo di Alghero. In attesa della rivoluzione auspicata, in ballo ci potrebbero essere alcune novità dalle principali compagnie low cost. Silenzio anche sul piano industriale, mercoledì un incontro tra sindacati e azienda. Atteso un ridimensionamento degli stagionali. A breve il bando per esternalizzare il servizio di security
21/3/2017
L’insularità, che già costa ai sardi 600 milioni all’anno, diventa sempre più costosa: il commento del consigliere regionale algherese Marco Tedde in merito ai collegamenti aerei per il periodo pasquale
20/3/2017
«Modificare le fasce orarie protette per garantire il diritto alla mobilità dei sardi», chiede il presidente della Regione autonoma della Sardegna ai ministri del Lavoro Giuliano Poletti e dei Trasporti Graziano Delrio, alla Commissione di garanzia dell’attuazione della Legge sullo sciopero nei Servizi pubblici essenziali ed al direttore generale dell´Enac Alessio Quaranta
© 2000-2017 Mediatica sas