Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaCronacaCronaca › Commissione Moby: audizione dei testimoni oculari
A.B. 23 marzo 2016
Ascoltati l´ex direttore della Navarma e gli ormeggiatori del porto di Livorno. Florio Pacini fu l’ultimo a salire sulla Moby diretta ad Olbia quella sera, mentre Valli e Mattei furono i primi a trovare la nave in fiamme ed a salvare l’unico superstite
Commissione Moby: audizione dei testimoni oculari


OLBIA - La commissione d’inchiesta Moby Prince prosegue le sue audizioni in questa seconda fase nella quale, dopo l’analisi degli atti giudiziari, si è deciso di approfondire il tema del funzionamento dei soccorsi nella fase successiva all’impatto. In questo contesto, sono stati auditi l’ex direttore ufficio acquisti della Navarma Florio Pacini, tra gli ultimi a salire sulla nave nel pomeriggio del 10 aprile 1991 ed i due ormeggiatori Walter Mattei e Matteo Valli, che furono i primi a trovare la Moby dopo l’impatto, a dare l’allarme alla Capitaneria ed a trarre in salvo il superstite Alessio Bertrand. Si è trattato di audizioni che hanno consentito alla Commissione d’inchiesta sul disastro della Moby Prince di acquisire elementi di indubbio interesse.

Florio Pacini, ex direttore acquisti della Navarma, ha chiesto di poter essere ascoltato dalla Commissione per raccontare la sua esperienza diretta, ma anche gli esiti di un lungo ed articolato lavoro di studio e analisi su quanto avvenuto il 10 Aprile del 1991. Pacini ha ricordato un clima sereno nella nave prima della partenza e l’interlocuzione avuta con l’equipaggio durante il pomeriggio nel quale ha effettuato un sopralluogo su lavori in corso. Poi si è concentrato sui tempi di sopravvivenza nella Moby, ben più lunghi delle conclusioni cui si è giunti fino ad oggi, e dalla sua analisi, supportata da diversi dati tecnici e foto delle navi coinvolte, emerge l’ipotesi di un forte impegno operativo dell’equipaggio della Moby per mettere in salvo i passeggeri nelle ore successive all’impatto.

Mattei e Valli sono gli ormeggiatori che per primi arrivarono sul luogo dell’incidente, salvando la vita all’unico superstite. Sono stati ascoltati più volte in questi anni e la loro testimonianza è stata altrettanto importante. Testimoni della presenza della nebbia, ritengono sia stata probabilmente la causa principale dell’incidente. Valli ha ricordato con grande emozione il momento del salvataggio di Bertrand. «Gridava che erano tutti morti, ma abbiamo seguito comunque la nave nella speranza che qualcuno si fosse buttato, mentre l’incendio divampava».

«La possibilità di entrare in contatto con versioni anche diverse tra loro - ha detto il senatore Silvio Lai, presidente della Commissione - per noi è molto importante e utile per arrivare alla verità, perché ci consente di esplorare ipotesi non prese in considerazione sino ad ora. Ringraziamo tutti coloro che si tanno mettendo a disposizione per aiutare la Commissione, perché ci permette di poter confrontare e approfondire tutti gli aspetti che emergono dalle audizioni. Il nostro lavoro dunque prosegue con l’obiettivo di acquisire più elementi possibile e di cercare la verità su quanto accaduto venticinque anni fa davanti al porto di Livorno».
Commenti
21:00
Alberto Pinna e Paolo Enrico Pinna, arrestati due giorni fa, hanno preferito non rispondere alle domande dei gip. L´avvocato del 21enne ozierese, arrestato due giorni fa assieme a Paolo Enrico Pinna, ha annunciato il ricorso al Tribunale del Riesame
26/5/2016
Gli uomini della Dia di Genova e della Guardia di Finanza di La Spezia hanno perquisito una villa intestata ad un 58enne impresario, originario di Pomigiano d´Arco, ma residente a Sarzana
20:49
Circa 600 migranti soccorsi in mare al largo della Libia arriveranno a Porto Torres domenica mattina
16:02
La decisione è stata presa oggi dal Tribunale del Riesame. Annullato il sequestro preventivo effettuato due settimane fa per presunti abusi edilizi
19:16
Gli agenti di Polizia hanno identificato e denunciato un 31enne della Guinea, presunto scafista dell´imbarcazione a bordo della quale i 387 extracomunitari sono partiti dalle coste della Libia
26/5/2016
Il grosso pesce, pescato in acque spagnole, era stato venduto in un ristorante del centro gallurese. Sanzione da 16mila euro per i venditori, mentre il tonno verrà donato ad una mensa per poveri
15:46
Ugo Pinna si è sentito male prima di immergersi nelle acque di Portixeddu ed è stato trovato privo di vista sugli scogli
15:18
Stando ad una prima ricostruzione, la simulazione della rapina ad un benzinaio sarebbe stata architettata per recuperare i soldi utili per coprire alcuni debiti
25/5/2016
L´incidente si è registrato nella serata di oggi in Via Buonarotti, nel popoloso quartiere di Monte Rosello. Lo scoppio ha provocato una pioggia di calcinacci. Un 50enne è stato accompagnato all´ospedale civile
25/5/2016
Ottanta le persone, tra funzionari della Protezione civile e volontari delle organizzazioni in turno, impegnate per le operazioni di oggi e domani
26/5/2016
La macabra scoperta è stata fatta oggi dai Vigili del Fuoco, intervenuti in seguito alla segnalazione di una perdita d´acqua in un´abitazione di San Gavino Monreale
26/5/2016
Il 57enne Giovanni Biccai era al volante della sua autovettura quando si è schiantato contro il muretto del passaggio a livello della ferrovia. Ancora non ricostruita la dinamica del fatto
26/5/2016
Ignoti, hanno sfondato la saracinesca di un tabacchino di Quartucciu ma, disturbati, sono dovuti scappare a mani vuote. Episodio simile in un bar di Maracalagonis. Indagini affidate ai Carabinieri
26/5/2016
Attorno alle ore 3, ignoti hanno sparato una fucilata contro la porta del circolo privato Malibu, in Via Rinascita. Nessun ferito tra i gestori ed i clienti presenti in quel momento
© 2000-2016 Mediatica sas