Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaSpettacoloTeatro › Ad Olbia, la famiglia va a teatro
A.B. 24 febbraio 2016
Domani, si alzerà il sipario su “Mamma, papà, andiamo a Teatro! Rassegna di teatro pomeridiano per famiglie”, organizzata dall´associazione culturale Mediterrarte
Ad Olbia, la famiglia va a teatro


OLBIA - L’associazione culturale Mediterrarte, attiva sul territorio ormai da alcuni anni, propone ad Olbia “Mamma, papà, andiamo a Teatro! Rassegna di teatro pomeridiano per famiglie”, in programma da febbraio ad aprile. La rassegna, nata negli anni scorsi in maniera sporadica su richiesta di diversi genitori, sensibili ed attenti all'educazione all'ascolto che si realizza magistralmente a teatro, vuole essere proposta quest'anno in maniera sistemica ed autonoma, ma in parallelo alla rassegna di teatro per le scuole “Teatro a Tutto Tondo”, che l’associazione organizza da cinque anni.

La ragione che ha spinto l'associazione a dare sistematicità a questa iniziativa discende dalla constatazione esplicitata da alcuni genitori di non avere molte possibilità in città per poter trascorrere del tempo fruttuoso ed insieme divertente con i loro figli. Mediterrarte vuole soddisfare questo bisogno emerso e propone quattro spettacoli rivolti alle famiglie di generi e stili diversi, pensati per soddisfare sia il pubblico dei ragazzi, sia degli adulti. Gli spettacoli si svolgeranno appositamente nel pomeriggio, con cadenza mensile, alle ore 17, nella sala conferenze del Museo Archeologico di Olbia. «Lo scopo è quello di offrire alle famiglie un'occasione per vivere insieme un momento di divertimento... un po' diverso dal solito», spiegano gli organizzatori.

Si parte con uno spettacolo molto particolare, in scena domani, giovedì 25 febbraio, nella sala conferenze del Museo Archeologico: “Heina e il Ghul”, di e con Abderraim El Hadiri, della Compagnia Cicogne Teatro di Brescia. Lo spettacolo va in scena da quasi vent'anni ed in tutta Italia sono state fatte finora più di mille repliche. Lo spettacolo è recitato in arabo ed il pubblico di grandi e piccini è immerso nella sonorità della lingua di un mondo in cui può comprendere situazioni e personaggi solo attraverso gli oggetti e le azioni dell’attore. Per tutta la durata dello spettacolo, ognuno prova così cosa significa sentirsi straniero. E, superato il disagio iniziale, può aprirsi ad una percezione diversa, più emotiva e scoprire nuovi paesaggi, suoni, gesti e colori. La tecnica narrativa utilizzata, detta “furgia”, è diffusa nella zona di Marrakech e consiste nello stravolgimento ironico delle fiabe tradizionali. In questa tecnica, è molto importante l'utilizzo degli oggetti che sono il pilastro narrativo dell'azione.

L’associazione Mediterrarte ha scelto di portare ad Olbia questo spettacolo, perché è convinta che sperimentare una situazione di estraneità in ambiente “protetto” possa aiutare a comprendere l’estraneità di chi la vive in situazione reale. Da tale esperienza, si confida che possa nascere un atteggiamento di comprensione e solidarietà così necessaria ai giorni d'oggi. La realizzazione di questa rassegna e di “Teatro a Tutto Tondo” è stata resa possibile «anche dalla sensibilità dimostrata al nostro progetto dalla compagnia marittima “Sardinia Ferries” che si è offerta di mettere a nostra disposizione una serie di biglietti che ci hanno consentito di poter avere ospiti alcune delle migliori compagnie di teatro per ragazzi presenti sul territorio nazionale». Rimane invariata la modalità del “biglietto famiglia”, per cui al costo di 15euro potrà assistere allo spettacolo tutta la famiglia (mamma, papà + uno o due bambini). Per ulteriori informazioni e prenotazioni, si può telefonare al numero 347/2143488, o inviare una e-mail all'indirizzo web info.mediterrarte@gmail.com.
Commenti
6/12/2016
I posti a disposizione sono limitati, per garantire una fruizione completa di ogni corso. Per informazioni su corsi ed iscrizioni è attivo il numero di telefono 346.0975646 e la mail info@artstribu.it
© 2000-2016 Mediatica sas