Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaEconomiaAeroporto › Meridiana-Qatar: interpellanza in Regione: «esuberi da evitare»
S.A. 22 febbraio 2016
A sollecitare un intervento deciso è il consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) che ha portato la questione nel palazzo di via Roma attraverso un’interpellanza urgente sulla vertenza
Meridiana-Qatar: interpellanza in Regione: «esuberi da evitare»


OLBIA - «La Regione non può restare inoperosa ed indifferente sul nuovo piano industriale proposto da Meridiana. Occorre un confronto serio con il Governo e i nuovi soci della compagnia perché siano evitati gli esuberi». A sollecitare un intervento deciso è il consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) che ha portato la questione nel palazzo di via Roma attraverso un’interpellanza urgente sulla vertenza.

«Un colpo non da poco per l’economia isolana, con la procedura di licenziamento per 530 assistenti di volo. Una grande fetta di hostess e steward in capo alla compagnia dell’Aga Khan, non in Air Italy – cui si aggiungono 50 piloti e almeno 100 tra amministrativi e tecnici».

«Un taglio incomprensibile che si ripercuoterà su almeno 700 dipendenti dell’azienda – conclude Tocco – con il personale che andrà a finire nella gabbia degli ammortizzatori sociali. L’ingresso dei capitali del Qatar e la fusione con Air Italy avevano aperto qualche spiraglio di speranza. E’ chiaro che la sforbiciata dei lavoratori non è un prologo positivo. Per questo la Regione è chiamata ad un azione forte per scongiurare la perdita di nuovi posti di lavoro per le professionalità di Meridiana».

Nella foto: Edoardo Tocco
Commenti
20:27
Atterraggio d´emergenza per un volo Volotea proveniente da Verona. Momentaneamente chiuso lo scalo cagliaritano
15:41
E' Stefano Visconti, presidente di Federalberghi Sassari, a chiedere a nome del comparto, un intervento rapido e deciso della Regione sull'aeroporto di Alghero
19:25
Difficile capire cosa realmente ci sia sotto l´intreccio di interessi che ormai da oltre un anno blocca ogni tipo di sviluppo della società di gestione dell´aeroporto di Alghero. Deiana ipotizza non meno di cinque mesi per ricapitalizzare e vede sempre più difficile il ritorno di Ryanair. Per il sindaco di Alghero non si può ogni volta frapporre un nuovo ostacolo: «occorre organizzare una battaglia molto più forte per il nostro scalo, per questa parte della Sardegna evidentemente così lontana»
27/9/2016
Oggi il recentissimo decreto legislativo 175, entrato in vigore il 23 settembre, consente di prospettare uno scenario differente con un intervento di ricapitalizzazione totale della Società di gestione: la nota diffusa dalla Regione a qualche ora dal bando andato ancora deserto sulla privatizzazione
28/9/2016 video
L'immediata messa in sicurezza della Sogeaal procedendo alla sua ricapitalizzazione e la contestuale incentivazione del trasporto low cost: le richieste contenute nel documento sottoscritto dal Comitato territoriale di coordinamento costituito dai Sindaci della Sardegna, dai rappresentanti del Sistema delle imprese e delle Organizzazioni dei lavoratori, riunito questa mattina ad Alghero. L'intervista al sindaco di Alghero Mario Bruno
28/9/2016
«Il provvedimento da adottare – ha detto il primo cittadino sassarese – deve contenere due elementi fondamentali. Il primo è il recepimento immediato del decreto Madia sulle società partecipate dalla pubblica amministrazione.»
27/9/2016
La nuova data utile per le offerte dei privati sarà quella del 28 novembre come ufficializzato dal Cda di Sogeaal che in una nota annuncia un confronto con la Regione, alla luce delle nuova normativa sulla ricapitalizzazione delle società pubbliche
27/9/2016
PILI | TEDDE | BRUNO | Niente da fare, il bando per la privatizzazione della società di gestione dell´aeroporto di Alghero giunto alla decima proroga va ancora deserto
31/8/2016
Inizia in questi minuti un vertice che vedrà il presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru accogliere a Cagliari i sindaci di Alghero, Sassari, Nuoro, Bosa e Modolo in rappresentanza di oltre cento amministrazioni comunali. Sul tavolo, il futuro della società che gestisce il Riviera del Corallo
© 2000-2016 Mediatica sas