Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaSaluteSanità › Dettori di Tempio: «si tutelino le specialità»
S.A. 12 febbraio 2016
Il consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) ha effettuato giovedì mattina una perlustrazione nel complesso sanitario: «non può essere ridimensionato dal polo sanitario di Olbia, deve mantenere e potenziare le sue specialità»
Dettori di Tempio: «si tutelino le specialità»


Un sopralluogo all’ospedale Dettori di Tempio «per analizzare criticità e problematiche della sanità nel nord dell’Isola, anche in vista dell’approdo nell’aula di via Roma del piano di riordino ospedaliero varato dalla giunta». Il consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) ha effettuato giovedì mattina una perlustrazione nel complesso sanitario.

«E’ necessario – sottolinea Tocco – garantire tutti i livelli di assistenza degli ospedali isolani. Ad esempio il punto nascita rappresenta uno dei punti di forza della struttura, visto che il servizio assicura un adeguato percorso per le cure perinatali in condizioni di sicurezza. Il reparto va salvaguardato, considerate anche le precarie condizioni di viabilità sul territorio dell’alta Gallura».

L’esponente degli azzurri ha visitato tutte le unità dell’ospedale tempiese. «Una struttura – conclude – che vanta delle performance di alta qualità. Ci sono i reparti di ortopedia e cardiologia che garantiscono delle prestazioni di elevato standard, poi terapia del dolore, che applica le cure più adeguate ai pazienti. Pensiamo che il complesso sanitario non possa essere ridimensionato dal polo sanitario di Olbia, ma debba mantenere e potenziare le sue specialità».
Commenti
22/7/2016
Quanti, al 31 dicembre 2015, erano in possesso del riconoscimento di handicap grave, potranno inoltrare istanza per la predisposizione di un piano personalizzato di sostegno
22/7/2016
L´isola è la prima ad aver recepito l’intesa della Conferenza delle Regioni sui percorsi diagnostici terapeutici assistenziali per persone con malattie infiammatorie croniche dell´intestino e malattie reumatiche infiammatorie ed autoimmuni
22/7/2016
«Il mancato pagamento delle prestazioni dell’Aias da parte delle aziende sanitarie regionali sta creando sconcerto e sconforto in 1240 dipendenti qualificati che lavorano nelle 43 strutture regionali e che aspettano cinque mensilità di retribuzione», dichiara Marco Tedde, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale
22/7/2016
Nel giro di qualche settimana la rete sarà costituita dai presidi di soccorso e in totale da 11 defibrillatori posizionati in punti strategici della città e delle frazioni
22/7/2016
Quella che era una bandiera della giunta regionale è ormai un drappo lacerato dalla guerra tra le comari eccellenti del PD sardo e del centro-sinistra in generale. Si mira solo a porre il sistema sanitario sotto uno stretto controllo delle camarille politiche, con il copia e incolla di un modello già sperimentato e fallito in altre Regioni
© 2000-2016 Mediatica sas