Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaTurismoRicettività › Consorzio Sts lancia stagione 2016. Convenzioni con navi e alberghi
S.A. 8 febbraio 2016
Le strutture aderenti al consorzio sono oltre 300 di cui 220 hotel, 45 campeggi, 50 b&b, 30 case vacanze e 28 residence per un totale di oltre 40 mila posti letto. I principali vettori navali che servono la Sardegna, quali Tirrenia, Moby, Sardinia Ferries e Grimaldi Lines, hanno rinnovato le convenzioni commerciali
Consorzio Sts lancia stagione 2016
Convenzioni con navi e alberghi


OLBIA - Il Consorzio Sardegna Turismo Servizi (STS), fondato nel 2013 in Sardegna dalle Associazioni regionali di Confcommercio, Confesercenti, Confapi e Confindustria, lancia la stagione turistica 2016 attraverso un sito internet e confermando la collaborazione con Tirrenia, Moby, Sardinia Ferries e Grimaldi Lines. Sardegna Turismo Servizi (STS), l’unico consorzio turistico di livello regionale mette a disposizione delle strutture ricettive un canale riservato per consentire ai loro clienti di prenotare il trasporto marittimo.

Le strutture aderenti al consorzio sono oltre 300 di cui 220 hotel, 45 campeggi, 50 b&b, 30 case vacanze e 28 residence per un totale di oltre 40 mila posti letto. I principali vettori navali che servono la Sardegna, quali Tirrenia, Moby, Sardinia Ferries e Grimaldi Lines, hanno rinnovato le convenzioni commerciali che consentono agli albergatori aderenti al portale "sardegnasullacrestadellonda", di offrire un'ampia gamma di tariffe dedicate o di sconti a favore dei propri clienti.

Agostino Cicalò, presidente del Consorzio STS ha commentato il lancio della stagione 2016: «La conferma della partnership con i vettori ci consente di promuovere le vacanze in Sardegna per ogni tipologia di clienti. La pluralità dell’offerta, grazie a quattro compagnie di navigazione, forniscono ai nostri albergatori strumenti concreti e diversificati per attrarre i loro clienti. Fare sistema pur lasciando intatte le dinamiche competitive è fondamentale per sviluppare l’economia turistica della Sardegna. Speriamo infine che quest’anno, grazie alla significativa riduzione del prezzo del petrolio, ci siano i margini per una significativa ulteriore contrazione delle tariffe, fattore che potrebbe generare un incremento della domanda turistica nel 2016, dopo i dati confortanti dei due anni appena trascorsi».
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas