Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaPoliticaPolitica › Giovannelli-Sanna ancora sul ring
S.A. 28 gennaio 2016
Il sindaco di Olbia Gianni Giovannelli replica al collega sassarese Nicola Sanna che nei giorni scorsi gli aveva "recapitato" a mezzo stampa una lunga lettera
Giovannelli-Sanna ancora sul ring


OLBIA - «Sono davvero sorpreso – ha dichiarato il sindaco di Sassari – degli attacchi di cui mi fai oggetto a mezzo stampa. Non sono aduso a certi linguaggi di una certa politica che si richiamano ad una cultura di matrice maschilista, violenta e sessista. Me ne dispiaccio e ne prendo atto con delusione». Cosi il sindaco di Olbia Gianni Giovannelli replica al collega sassarese Nicola Sanna che nei giorni scorsi gli aveva "recapitato" a mezzo stampa una lunga lettera [LEGGI].

«Trovo surreale e ridicolo – rincara Giovannelli – l’arrampicarsi sugli specchi del sindaco di Sassari Nicola Sanna che mi accusa di aver utilizzato un “linguaggio da politica sessista, violenta e maschilista».
«Di fatto, la vera chiave di lettura del comportamento del sindaco Sanna si svela nella parte finale dell’articolo e cioè quando mi accusa di avere svolto, allora, da consigliere regionale, azioni “centripete e protezionistiche» prosegue il Primo cittadino olbiese.

«Evidentemente mi accusa di avere fortemente voluto ed ottenuto l’autonomia della Gallura con l’istituzione della provincia di Olbia-Tempio contro il volere e gli interessi di chi avrebbe voluto ed ancora vuole Olbia sotto il cappello egemone di Sassari e di Cagliari. D’altra parte, questa mia considerazione trova un inoppugnabile riscontro nella leggina regionale approvata poche ore fa che, questa volta, in gallurese e per non ripetermi, definisco “a futtí”» conclude.

Nella foto: Gianni Giovannelli
Commenti
14/12/2017 video
Emiliano Piras sceglie il Centrodestra e stoppa gli alleati di Alghero: Con Forza Italia sempre più sulle posizioni di Matteo Salvini il rischio di derive estremiste può essere arginato solo dai moderati
14/12/2017
«Come collettivo non possiamo che rilanciare l’appello di febbraio e chiedere all’Amministrazione comunale di prendere posizione, predisporre una delibera di Giunta che condizioni l’autorizzazione allo svolgimento di inziative pubbliche alla sottoscrizione di un codice etico di condotta che preveda l’adesione ai principi dell’antifascismo, antisessismo e antirazzismo», chiede il collettivo di recente formazione
© 2000-2017 Mediatica sas