Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaSportTaekwondo › Taekwondo: pioggia di medaglie ad Olmedo
S.A. 18 gennaio 2016
Pioggia di medaglie per l’Angedras Taewondo Olbia del maestro Antonio Carta. Tre coppe come 3° società classificata nelle categorie esordienti A, esordienti B, e cadetti B, grazie alle 9 medaglie conquistate nella gara di domenica scorsa, svoltasi ad Olmedo
Taekwondo: pioggia di medaglie ad Olmedo


OLMEDO - Pioggia di medaglie per l’Angedras Taewondo Olbia del maestro Antonio Carta. Tre coppe come 3° società classificata nelle categorie esordienti A, esordienti B, e cadetti B, grazie alle 9 medaglie conquistate nella gara di domenica scorsa, svoltasi ad Olmedo. Cinque ori, 2 argenti e 2 bronzi il bottino complessivo. Una competizione di alto livello, dove hanno gareggiato circa 200 atleti provenienti da tutta la Sardegna, alla quale il team dell’olbiese Antonio Carta ha partecipato con 11 bambini. Il primo oro della giornata è arrivato dal piccolo Paolo Piccinnu. Forte di una semifinale dominata, a senso unico, il piccolo campione olbiese non ha deluso le aspettative, governando anche la finale, dall’inizio alla fine.

Oro anche per Nicolò Desini. Arrivato in finale dopo diversi incontri, ha combattuto con carattere, grinta e determinazione, non facendo mai avvicinare l’avversario. Un incontro senza storia il suo, che l’ha visto trionfare al termine dei due round. Prestazione sublime anche quella di Cristian Fresi Roglia, che in una finale entusiasmante (una delle gare più belle della giornata), ha combattuto con astuzia e furbizia, vincendo per superiorità dopo soli 2 round. Gli ori femminili sono arrivati invece dalla piccola Anna Azara e da Emma Delizzos. La prima si è comportata da leonessa, dominando l’incontro che l’ha portata a conquistare la medaglia del metallo più pregiato. L’oro di Emma invece è stato quello più inaspettato. Al suo esordio alle gare, ha combattuto con convinzione, decisione e una risolutezza invidiabile.

Due medaglie da incorniciare sono gli argenti di Carla Pattittoni e Andrea Mura. Entrambi hanno affrontato gli avversari, disputando degli incontri entusiasmanti, dove determinazione e potenza non sono mancati. La loro bravura però non è bastata per ottenere l’oro. Da Alessandro Roncaglia a Cristina Piccinnu sono arrivati i 2 bronzi. Alessandro, al suo esordio, ha dimostrato di poter fare bene in futuro: un incontro emozionante che l’ha visto lottare fino alla fine. Cristina si è dovuta arrendere in semifinale a 3 secondi dalla fine, dopo una gara che l’aveva vista sempre in vantaggio.

Da segnalare le prestazioni di Daniel Usai e Diego Piccinnu. Il loro cammino si è fermato ai quarti di finale. Seppur si siano battuti con la classe e il carattere che li contraddistingue, il fatto di aver dovuto incontrarsi con avversari di categorie superiori li ha danneggiati, non riuscendo fisicamente a prevaricare sugli avversari. Il maestra Antonio Carta, IV° Dan, non può che ritenersi soddisfatto. Undici atleti, 9 medaglie: non poteva immaginarsi di meglio. Ora la preparazione continua in vista delle prossime gare.

Nella foto: i giovani atleti di Olmedo
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas