Olbia 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Olbia 24 su YouTube Olbia 24 su Facebook Olbia 24 su Twitter Alguer.cat
Olbia 24notizieolbiaCronacaDisservizi › L´acqua è ancora non potabile. Olbia, guerra comune-Abbanoa
S.A. 12 gennaio 2016
Lunedì un incontro in comune con i verici di Abbanoa ed Egas, Sopralluogo all´impianto dell´Agnata. Primo cittadino chiede interventi, riduzione tariffe e minaccia una denuncia in procura
L´acqua è ancora non potabile
Olbia, guerra comune-Abbanoa


OLBIA - L'acqua a Olbia rimane non potabile, in attesa dell'esito degli esami eseguiti dall'Arpas sui campionamenti fatti dalla Asl gallurese in questi giorni e delle posizioni degli enti coinvolti riuniti lunedì in comune dal sindaco Gianni Giovannelli. Presenti i vertici di Abbanoa, il gestore delle risorse idriche nell'Isola, e di Egas, l'ente di governo dell'ambito della Sardegna.

L'impianto dell'Agnata è molto vecchio e richiede interventi urgenti. «Entro aprile - ha detto Giovannelli - Abbanoa ci ha assicurato che verranno completati alcuni interventi che consentiranno di realizzare significativi miglioramenti della capacità produttiva dell'impianto, mentre il potenziamento dello stesso potabilizzatore, con un investimento di 4 milioni di euro, dovrebbe concludersi entro giugno 2017».

Intanto il Pimo cittadino aveva chiesto in più occasione la riduzione delle tariffe per la popolazione che deve pagare in disagi continui questa situazione che va avanti da ottobre scorso. Di più Giovannelli ha assicurato: «se alla fine di questa vicenda dovessimo individuare precise responsabilità di una gestione non corretta di un bene prezioso, come l'acqua, formalizzeremo una circostanziata denuncia all'autorità giudiziaria», spiega Giovannelli.
Commenti
22/8/2016
Stando a quanto spiegato dagli uffici del gestore idrico, il “fuori norma” è causato dallo scarso ricircolo in un tratto terminale di rete
22/8/2016
«Situazione intollerabile, intervenga immediatamente», intima il sindaco di Alghero Mario Bruno ad Abbanoa. Il divieto precauzionale riguarda l’utilizzo dell’acqua della rete, che non può essere bevuta, né utilizzata per la preparazione degli alimenti, mentre può essere utilizzata per il lavaggio della frutta e verdura e per gli usi igienici personali
22/8/2016
Dal Lido alla Mercede, le lamentele sui contenitori maleodoranti non si placano. E nemmeno la puzza nauseabonda, che non risparmia neppure il centro storico. Le operazioni di pulizia sono già iniziate ma serve un´azione incisiva e rapida
© 2000-2016 Mediatica sas